domenica, 29 Gennaio 2023

Kenya, tenute in ostaggio da sospetti terroristi: salvate 2 italiane

Le donne sarebbero state fermate a un posto di blocco finto creato da sospetti miliziani di Al-Shabaab. Insieme a loro, altre persone tratte in salvo e rinvenuti due cadaveri.

Da non perdere

Nella mattina di oggi, 29 dicembre, due cittadine di nazionalità italiana, con passaporto statunitense, sono state salvate dalla Polizia del Kenya dopo essere state tenute in ostaggio per breve tempo da sospetti terroristi a un finto posto di blocco sulla fascia costiera del Paese, vicino alla cittadina di Witu, a circa 250 chilometri dal confine somalo. L’Ambasciata italiana ha seguito immediatamente la vicenda con l’Unità di Crisi della Farnesina, e ha offerto assistenza alle donne attraverso Ivan Del Prete, Console onorario di Malindi.

Gli agenti hanno trovato un posto di blocco creato da probabili miliziani di Al-Shabaab vestiti da soldati dell’esercito, come riportato dal quotidiano The Star. Ansa riferisce che, dopo uno scontro a fuoco, i criminali sono scappati verso la foresta di Boni. In un secondo momento, i poliziotti hanno scoperto le italiane e altre persone trattenute al posto di blocco. Gli agenti hanno anche rinvenuto i corpi di due persone uccise dai militanti. L’Ambasciata italiana raccomanda ai cittadini in viaggio di non recarsi nella zona costiera della contea di Lamu, ad alto rischio di incidenti e incursioni terroristiche.

Ultime notizie