giovedì, 22 Febbraio 2024

“Se la fa” con la ragazza di un amico: sequestrato torturato e minacciato con la pistola dal branco

Il ragazzo è stato "accusato" di aver avuto una relazione con la compagna di uno dei conoscenti, per questo motivo è stato picchiato, minacciato, seviziato, tanto da riportare lesioni gravi ed essere in pericolo di vita.

Da non perdere

Quattro persone sono state arrestate con l’accusa di torture, lesioni personali aggravate, sequestro di persona, violenza privata, detenzione illegale di arma comune da sparo, rapina; reati aggravati dall’utilizzo del metodo mafioso. Nello specifico i quattro avrebbero sequestrato e torturato un ragazzo di loro conoscenza. È quanto accaduto nei giorni scorsi a Catanzaro. Le misure cautelari sono state eseguite dalla Polizia di Catanzaro supportata in fase esecutiva dai Reparti Prevenzione Crimine Calabria di Vibo Valentia e Cosenza.

La vicenda

Le indagini degli inquirenti sono state avviate in seguito a una brutale aggressione, avvenuta in due fasi, nei confronti del ragazzo da parte degli indagati che evocavano l’appartenenza a un gruppo criminale. Le aggressioni sarebbero avvenute nei giorni 26 e 27 ottobre scorso. Secondo quanto ricostruito, la vittima che frequentava da tempo i suoi aggressori, sarebbe stata sottoposta a un violento interrogatorio in quanto accusato di aver avuto una relazione con la compagna di uno degli aguzzini; in questa occasione il ragazzo è stato malmenato e minacciato con una pistola. Il giorno successivo è stato poi sottoposto a sevizie, riportando lesioni gravi tanto da essere in pericolo di vita. Dopo questi episodi gli aggressori hanno anche minacciato alcuni familiari della vittima affinché non sporgessero denuncia.

Ultime notizie