giovedì, 20 Giugno 2024

Natale sicuro, controlli a tappeto in tutto il Paese: sequestrati 45km di luci 225 chili di botti e 130mila addobbi

Sequestrate dalle Fiamme Gialle 45 chilometri di catene luminarie, 1670 luci natalizie, 4190 giocattoli di vario genere, 2200 carte da gioco, 130mila addobbi natalizi e 225 chili di fuochi d'artificio, solo tra le province di Bologna, Chieti, Siena e Sassari.

Da non perdere

A ridosso delle festività natalizie, la Guardia di Finanza intensifica i controlli volti a contrastare il commercio e l’utilizzo di prodotti contraffatti o non sicuri. In questo contesto si moltiplicano i sequestri in tutto il territorio nazionale: solo negli ultimi giorni sono state sequestrate dalle Fiamme Gialle 45 chilometri di catene luminarie, 1670 luci natalizie, 4190 giocattoli di vario genere, 2200 carte da gioco, 130mila addobbi natalizi e 225 chili di fuochi d’artificio, solo tra le province di Bologna, Chieti, Siena e Sassari. L’operazione, costante e capillare, è finalizzata a reprimere i fenomeni di contraffazione e inosservanza delle norme sulla sicurezza dei prodotti, che spesso mancano delle informazioni minime come composizione del prodotto, caratteristiche e avvertenze di utilizzo, il tutto obbligatoriamente in lingua italiana. Talvolta, inoltre, questi dati appaiono addirittura falsificati, con lo scopo di trarre in inganno i consumatori; per impedire il verificarsi di questa circostanza è stato configurato il reato di Frode in Commercio.

L’indicazione di queste informazioni garantisce al consumatore finale la conoscenza necessaria in merito al prodotto che acquista, e permette di garantire la sicurezza per la propria salute nell’utilizzo del prodotto. Il contrasto alla contraffazione e alla diffusione di prodotti non a norma, dato il vantaggio economico che per ovvie ragioni essi offrono, è indispensabile, inoltre, per salvaguardare il tessuto produttivo italiano, particolarmente esposto ai danni di tali esercizi illeciti. Pertanto, operazioni di questo genere non mirano a ledere gli interessi dei singoli acquirenti, quanto piuttosto a risalire agli esercizi commerciali che violano le norme vigenti in materia, e che potranno così essere prontamente segnalati e debitamente sanzionati.

Ultime notizie