giovedì, 9 Febbraio 2023

Preso a schiaffi sbatte la testa a terra e muore dopo due giorni: aggressore in manette per omicidio – VIDEO

Trasportato in ospedale privo di sensi, con vistosi ematomi al volto ed alla testa e con evidenti perdite di sangue dal cavo orale, l'uomo è morto due giorni dopo. L'aggressore è stato arrestato, la scena è stata ripresa dalle telecamere della zona.

Da non perdere

Su delega della Procura di Catania, la Polizia ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa in data 3 dicembre 2022 dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale, nei confronti di Domenico Roberto Sciuto, classe 2004, gravemente indiziato del reato di omicidio preterintenzionale ai danni di un cittadino delle Mauritius. Stando alla ricostruzione emersa dalle indagini, allo stato degli atti e in relazione alla fase processuale che non consente l’intervento delle difese, Sciuto avrebbe colpito al volto con violenza tale da farlo cadere al suolo privo di sensi, procurandogli lesioni e causandone la morte quale conseguenza non voluta. Lo rende noto l’ufficio stampa della Questura in un comunicato arrivato in redazione. Del fatto, avvenuto nel pomeriggio del 30 luglio 2022, la Sala Operativa della Questura ne era stata avvisata grazie alla segnalazione fatta da parte dei sanitari in servizio presso l’ospedale dove la vittima era stata trasportata priva di sensi, con vistosi ematomi al volto ed alla testa e con evidenti perdite di sangue dal cavo orale. L’uomo era poi deceduto l’1 agosto con l’aggravarsi delle sue condizioni.

Le indagini della Squadra Mobile, coordinate dalla Procura Distrettuale, hanno permesso di ricostruire quanto accaduto nel primo pomeriggio di quel 30 luglio. In piazza Nettuno nei pressi di un’area attrezzata con giochi per bambini, un piccolo nucleo familiare ha notato un uomo, in evidente stato confusionale che, tremante, cercava di aggrapparsi allo schienale di una panchina senza riuscirvi e per poi cadere in terra. Sul posto è arrivato il personale del 118 con un’ambulanza. Identificato come cittadino delle Mauritius, l’uomo è stato veniva trasportato in ospedale per le cure del caso. L’acquisizione delle immagini girate dalle telecamere della zona ha permesso di verificare come l’uomo era stato aggredito nell’area del parco giochi da un giovane poi identificato come Domenico Roberto Sciuto: all’apice di una discussione animata, l’extracomunitario è stato colpito con uno schiaffo talmente violento da farlo rovinare per terra.

Vistolo esanime a terra, l’aggressore gli ha versato un secchio d’acqua addosso e poi lo ha tirato da un braccio, fino a farlo alzare, per trasportarlo verso una panchina, mentre l’aggressore si è dileguato. L’arrivo di quella famiglia nel parco giochi ha permesso l’intervento dei soccorritori, purtroppo rivelatosi inutile. L’esame autoptico ha stabilito come causa della morte le imponenti lesioni conseguenti al trauma cranio-encefalico subito dalla vittima. Grazie agli elementi raccolti dagli investigatori la Procura Distrettuale ha richiesto al Giudice per le Indagini Preliminari l’applicazione – nei confronti di Sciuto la misura cautelare in carcere, presso la Casa Circondariale di Piazza Lanza.

Ultime notizie