venerdì, 23 Febbraio 2024

Figc, il presidente Gravina sulla vicenda Juventus: “La Federazione non fa sconti”

Oggi, 30 novembre, a Napoli, il presidente della Figc, Gabriele Gravina si è espresso sulla questione che riguarda la Juventus: "La Federazione non fa sconti".

Da non perdere

Dopo la notizia shock di qualche giorno, che ha visto la dimissione dell’intero Cda della Juventus, compreso il presidente Andrea Agnelli, oggi, 30 novembre, a Napoli, si è espresso a riguardo anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina.

Le parole di Gravina

“La vicende del Cda della Juventus e dell’ex procuratore arbitrale dell’Aia Rosario D’Onofrio hanno un minimo comun denominatore, sono una mia denuncia. Quindi è la dimostrazione che la Federazione, così come ha evidenziato alcune criticità nell’episodio Juventus, aveva fatto lo stesso in tempi non sospetti a luglio nel caso del procuratore D’Onofrio, che era stato già deferito quando è venuto fuori tutto”.

La Federazione non fa sconti

“La Federazione non fa sconti. È sicuramente per un principio di garanzia per tutti ma c’è un momento in cui il calcio ha l’esigenza di accumulare tutte le negatività e di scaricarle. Credo che in questi 4 anni ci siano stati tanti elementi di valutazione che fanno capire il nostro modo di essere e di agire. Quindi sottolineo: garantisti sì, siamo per un sistema di tutela, ma il mondo del calcio ha una grande capacità. Grazie alla passione, al contributo dei volontari, all’entusiasmo dei suoi tifosi, sviluppa e matura degli anticorpi e reagisce anche ad attacchi così violenti come quelli che sta subendo. Ne usciremo ma a una sola condizione: con la capacità di essere coerenti nell’applicare e nel pretendere rispetto delle regole e soprattutto nel punire, se bisognerà punire, ma nell’assolvere se nel caso di assolvere”.

Ultime notizie