giovedì, 29 Febbraio 2024

Mondiali Qatar2022, ambasciatore Salman: “Omosessualità è un danno psichico”

In un'intervista andata in onda martedì sull'emittente tedesca ZDF, Khalid Salman, ambasciatore del Qatar per la Coppa del Mondo 2022, ha definito l'omosessualità "un danno psichico". Subito dopo, l'intervista è stata bruscamente interrotta.

Da non perdere

In un’intervista andata in onda martedì sull’emittente tedesca ZDF, Khalid Salman, ambasciatore del Qatar per la Coppa del Mondo 2022, ha definito l’omosessualità “un danno psichico“. L’ambasciatore ha dichiarato: “Durante i Mondiali arriveranno molte cose nel nostro Paese. Parliamo dei gay; la cosa più importante è la seguente: tutti accetteranno che vengano nel nostro Paese. Ma loro dovranno accettare le nostre regole. L’omosessualità è ‘haram’ (che significa ‘proibito’) perché è un danno psichico”.
Successivamente, Salman è stato interrotto dal portavoce del comitato organizzativo dei Mondiali, che ha chiuso l’intervista in maniera brusca.
Lo scorso 21 settembre, l’emiro del Qatar, Sheikh Tamim bin Hamad Al-Thanilo aveva assicurato che tutti i tifosi sarebbero stati accolti “senza discriminazioni” nel suo Paese durante la durata dei Mondiali, cercando di rassicurare soprattutto i tifosi e gli appassionati di calcio LGBT+. L’omosessualità in questo stato del Golfo è considerata un reato ma gli organizzatori della Coppa del Mondo hanno voluto tranquillizzare tutte le coppie omosessuali, dicendo che non saranno perseguite e non troveranno problemi in caso di soggiorno in Qatar.

Ultime notizie