giovedì, 9 Febbraio 2023

F1, si ritorna all’Hermanos Rodriguez: statistiche e curiosità del GP del Messico

La F1 sbarca in Messico, dove Schumacher centrò il primo podio e Hamilton vinse i mondiali del 2017 e 2018.

Da non perdere

Terz’ultimo appuntamento dell’anno per la F1, che vola a Città del Messico all’Autodromo Hermanos Rodriguez. I giochi sono oramai belli che chiusi da settimane, considerando la vittoria del mondiale piloti da parte di Verstappen a Suzuka e il trionfo RedBull nel mondiale costruttori arrivato a Austin. Tanta bagarre invece per la classifica piloti, su tutti l’insidioso Hamilton lontano quattro punti dal ferrarista Sainz.

Uno sguardo su Città del Messico

Città del Messico è la capitale dell’omonimo Stato, al dodicesimo posto nella classifica di territori con la più alta percentuale di abitanti grazie agli oltre nove milioni di cittadini. Posta a 2.250 metri sul livello del mare, è inoltre la città ispanofona più popolosa al mondo, con il cattolicesimo come religione prevalente.
Dotata di numerosi musei e università, Città del Messico vanta anche la biblioteca più antica di tutto il Sud America, con all’interno 575mila opere librarie. La capitale è stata inoltre ambientazione del film “Frida” di Julie Taylor, pellicola del 2002 che narra la vita di Frida Khalo.
È inoltre celebre agli occhi del mondo per la numerosa presenza di grattacieli, se ne contano infatti ben 500. Tra i più famosi è doveroso menzionare la Torre Latinoamericana, alta 204 metri e inaugurata nel 1956, così come la Torre Reforma, che grazie ai suoi 216 metri è l’edificio più alto della città.

Ultimo, ma non per importanza, è l’apporto che la capitale ha dato al mondo dello sport. Nel 1968 si tennero infatti i Giochi della XIX Olimpiade, così come le edizioni dei mondiali di calcio 1970 e 1986.
Allo stadio Atzeca di Città del Messico si giocò il 21 giugno 1970 la Partita del secolo tra Italia e Germania, con gli Azzurri vittoriosi sui teutonici per 4 a 3. Sedici anni più tardi fu invece Maradona a scrivere una pagina indelebile del calcio, mettendo a segno il Gol del secolo, grazie al meraviglioso assolo nei quarti di finale contro l’Inghilterra.

Un giro nel circuito Hermanos Rodriguez

L’Autodromo Hermanos Rodriguez è lungo 4.304 metri e si trova a 2.238 metri sul livello del mare, con la rarefazione dell’aria che tende ad influenzare l’aerodinamicità delle vetture. Composto da 17 curve, è caratterizzato da un lungo rettilineo, dove nel 2016 Valterri Bottas raggiunse la velocità di 372.5 km/h a bordo della sua Williams, stabilendo il record di velocità toccata in gara.
Ha inoltre ospitato gare passate alla storia, come quella del 1992, quando Michael Schumacher a bordo della Benetton conquistò il suo primo podio. Oppure, in tempi più recenti, nel biennio 2017-2018 Lewis Hamilton divenne per la quarta e quinta volta campione del mondo.
Lo scorso anno fu Max Verstappen a trionfare in Messico, dove trovò la penultima vittoria stagionale, che di fatto gli consentì di giocarsi il titolo fino all’ultima gara contro il rivale Hamilton.

Albo d’oro e statistiche del GP del Messico

Assente nel palinsesto della F1 dal 1993 al 2014, dal 2015 ad oggi ha visto festeggiare soltanto due scuderie: Mercedes e RedBull. Nico Rosberg nel 2015 e Lewis Hamilton nel 2016 e 2019 si aggiudicarono la palma con le Frecce d’argento.
L’omonima scuderia della nota bevanda energetica ha invece fatto tripletta con Verstappen nel 2017, 2018 e appunto 2021. Il bicampione del mondo è il pilota che ha festeggiato più vittorie in Messico, seguito da Prost, Clark e Mansell, tutti con due trionfi a testa.
Ciò nonostante, Supermax divide la palma di migliore in Messico con Jim Clark, pilota inglese degli anni ’60. Clark qui trovò quattro pole position e tre giri veloci.
L’ultima bandiera a scacchi per la Ferrari data invece più di trent’anni fa, esattamente nel 1990. In quel GP fu doppietta per la Rossa, con le prime due piazze occupate da Prost e Mansell, con Berger terzo a più di 25″ dal campione inglese. Il Cavallino Rampante ha inoltre fatto undici podi e cinque giri veloci.

Ultime notizie