lunedì, 26 Febbraio 2024

Reddito di cittadinanza, truffa da 8 milioni di euro: denunciati in 300 indagini su altri 200 sospettati – VIDEO

Per ottenere il Reddito di cittadinanza gli indagati autocertificavano falsamente di possedere il permesso di soggiorno; alcuni, dichiaravano di avere la residenza in Italia da almeno dieci anni, due dei quali continuativi.

Da non perdere

La Polizia di Cagliari ha denunciato questa mattina 300 cittadini stranieri per truffa da 8 milioni di euro; altri 200 individui sarebbero sospetti coinvolti. Gli indagati sarebbero riusciti a racimolare la suddetta somma di denaro grazie all’indebita ricezione del Reddito di cittadinanza, il tutto a partire dal 2019. I soggetti coinvolti nella truffa avrebbero dichiarato falsamente di possedere i requisiti utili a ricevere il beneficio, e, tramite i C.A.F o le Poste italiane, sarebbero riusciti a trasmettere all’INPS la relativa domanda. Le Forze dell’Ordine, una volta portati a termine i preliminari accertamenti, hanno segnalato gli indagati all’INPS per la revoca immediata del sussidio.

False autocertificazioni e permessi di soggiorno

Per ottenere il Reddito di cittadinanza gli indagati autocertificavano falsamente di possedere il permesso di soggiorno; alcuni, dichiaravano di avere la residenza in Italia da almeno dieci anni, due dei quali continuativi. Gli inquirenti hanno inoltre appurato, a seguito di ulteriori accertamenti, che molti degli indagati venivano appositamente nella penisola soltanto allo scopo di richiedere il Reddito di cittadinanza; una volta ottenuto, tornavano nel loro Paese d’origine con la carta delle Poste italiane, sulla quale veniva indebitamente caricato l’importo mensile.

Ultime notizie