venerdì, 23 Febbraio 2024

“Mamma ho investito una donna incinta”: si spaccia per la figlia e chiede 10mila euro truffata 80enne

anziana signora ha così racimolato, in fretta e furia, 3mila euro in contanti e tutti gli oggetti di valore in proprio possesso, consegnandoli in strada ad un uomo che si è poi allontanato a bordo di un’auto bianca.

Da non perdere

Nella tarda mattinata del 19 scorso, a Savona, una donna ultraottantenne, ha denunciato di aver ricevuto, sulla linea di casa, una telefonata da una voce femminile che dichiarava di essere sua figlia e che necessitava subito di 10mila euro in contanti o in gioielli per far fronte a delle spese causate da un incidente stradale nel quale aveva investito una donna incinta. L’anziana signora ha così racimolato, in fretta e furia, 3mila euro in contanti e tutti gli oggetti di valore in proprio possesso, consegnandoli in strada ad un uomo che si è poi allontanato a bordo di un’auto bianca. A seguito della denuncia e delle tempestive indagini, è stato individuato il mezzo e l’alloggio del conducente. Si tratta solo di un caso eclatante dei numerosi episodi di truffa agli anziani.

Odioso fenomeno in crescita

Gli agenti della Polizia, infatti, nell’ambito dell’intensificazione dell’attività di prevenzione e repressione finalizzata al contrasto del fenomeno delle  truffe agli anziani ed a tutela delle fasce deboli, ieri mattina, 20 ottobre, hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino straniero, incensurato, con l’accusa di ricettazione. Quest’ultimo è stato trovato in possesso di gioielli e grosse quantità di denaro in contante proventi della truffa ai danni dell’anziana signora di Savona e di un’altra messa in atto a Bordighera, in provincia di Imola. L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Sanremo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in misura precauzionale, in quanto sussiste il pericolo di fuga.

Le Forze dell’Ordine: “Denunciate”

Frequentemente accade che questo tipo di truffe non vengano denunciate dalle vittime perché in forte senso di colpa e di vergogna, motivi per i quali si registra una forte crescita di questi reati. Per arginare questi fenomeni è importante invece che ogni episodio venga segnalato tempestivamente ed in modo dettagliato, chiamando immediatamente il numero unico di emergenza 112, in  modo tale da poter attivare le indagini necessarie ad identificare e fermare gli autori di queste truffe . Inoltre è importante ricordare che prima di consegnare a persone estranee ricchezze personali, per qualsivoglia ragione, è strettamente necessario accertarsi della veridicità di quanto ci viene comunicato e dell’affidabilità degli interlocutori.

Ultime notizie