giovedì, 22 Febbraio 2024

Minacce, schiaffi e telecamere nascoste per spiare la ex: scatta il divieto di avvicinamento

Il 52enne non ha accettato la fine della relazione con la sua compagna e ha installato in casa telecamere per tenerla sotto controllo. Per l'uomo è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex compagna.

Da non perdere

Un uomo di 52 anni è stato fermato perché ritenuto responsabile di atti persecutori, interferenze illecite nella vita privata della ex compagna e accesso abusivo a un sistema informatico. L’uomo, evidentemente geloso, avrebbe minacciato la compagna di condividere via web le immagini dei loro momenti intimi, filmati a sua insaputa; per il 52enne è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna. È quanto accaduto ieri, 17 ottobre, a Brugherio in provincia di Monza-Brianza.

La vicenda

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il 52enne non avrebbe accettato a fine della relazione con la compagna di 47 anni. Accecato dalla gelosia avrebbe installato delle telecamere in casa per spiare la donna e avere il pieno controllo della sua vita, così da ascoltare anche le sue conversazione; le avrebbe anche impedito di frequentare amici e familiari. Quando durante l’ultima lite la donna, esasperata, gli ha detto di volerlo lasciare, lui le avrebbe sferrato uno schiaffo e l’avrebbe minacciata di condividere via web le immagini dei loro momenti intimi ripresi all’insaputa della compagna. Della vicenda se ne sono occupati i Carabinieri della Compagnia di Monza che sono riusciti anche a individuare e a sequestrare i dispositivi elettronici e gli account utilizzati dall’indagato. I comportamenti dell’uomo avevano costretto la 47enne a modificare le proprie abitudini di vita, causandole un forte timore per la propria sicurezza.

Ultime notizie