martedì, 5 Marzo 2024

Caro energia, collaborazione tra Draghi e Meloni: in arrivo decreto Aiuti quater

Il quarto decreto Aiuti dovrebbe prorogare le misure attuate per alleggerire il peso del caro energie per famiglie e imprese, come il bonus di 200 euro e lo sconto carburante.

Da non perdere

Il quarto decreto sulle bollette sta arrivando e servirà a prorogare le misure per alleggerire il peso del caro energia su famiglie e imprese. Il Consiglio dei ministri, previsto per l’inizio di questa settimana, illustrerà il programma di bilancio da inviare a Bruxelles entro il 15 ottobre. Il nuovo provvedimento sarà opera della collaborazione tra il Governo uscente e quello nuovo. Gli interventi previsti ammontano a circa 10 miliardi di euro. Quasi sicuramente verrà confermato per il mese di dicembre il bonus di 200 euro per dipendenti e autonomi con redditi fino a 35mila euro, introdotto dal decreto Aiuti bis e aumentato di 150 euro una tantum dal decreto Aiuti ter per gli autonomi che nel 2021 abbiano raggiunto un reddito complessivo massimo di 20mila euro. L’erogazione di questo aumento è previsto per novembre.

Aiuti alle imprese: possibile proroga

Il decreto Aiuti ter potrebbe essere esteso anche al mese di dicembre; si tratta del provvedimento andato in soccorso alla categoria delle imprese che non richiedono elevato fabbisogno energetico e dette appunto non energivore. Come noto il decreto Aiuti ter prevede l’aumento dell’aliquota del credito d’imposta riguardo le spese per le utenze iscritte alle Camere di Commercio con un contratto compreso tra i 16,5 kilowatt e i 4,5 kilowatt. Tuttavia potrebbe esserci un’alternativa, ovvero la rateizzazione delle bollette o la moratoria per permettere alle imprese di avere liquidità.

Sconto carburante

Lo sconto di circa 30 centesimi per benzina e diesel e 10 centesimi per Gpl, che scade a fine ottobre, dovrebbe essere prorogato fino a dicembre. L’attuale sconto sui carburanti può comunque essere prolungata di 15 giorni con un provvedimento amministrativo, com’è stato negli ultimi mesi, per lasciare libertà di movimento al nuovo Governo.

Ultime notizie