mercoledì, 7 Dicembre 2022

Ruba in casa e fugge sul monopattino, raggiunto dalla Polizia prende a testate gli agenti: in gabbia topo d’appartamento

L'uomo aveva con sé un grosso coltello, si è rifiutato di fornire i documenti e ha tentato di colpire uno degli agenti con una testata in faccia.

Da non perdere

Durante la notte tra martedì 27 e mercoledì 28 settembre, il personale della Polizia di Rimini ha arrestato un uomo di origine marocchine con l’accusa di rapina aggravata, tentato furto in abitazione e resistenza a Pubblico Ufficiale. Gli agenti sono intervenuti verso le 3 di notte, dopo una segnalazione arrivata al numero di emergenza 112 da parte di un abitante della zona. La chiamata indicava la presenza di un uomo che si stava allontanando dopo aver fatto accesso all’interno di un appartamento in viale Principe Amadeo. Grazie alla testimonianza del richiedente, che ha fornito una descrizione del ladro indicando anche la via di fuga di esso, gli agenti sono riusciti a fermare il sospettato nelle vicinanze dell’appartamento mentre tentava di sfuggire con un monopattino elettrico.

L’arresto

L’uomo aveva con sé un grosso coltello metallico e ha dimostrato una forte resistenza negli confronti delle Forze dell’Ordine, rifiutando di fornire i documenti e tentando di colpire uno degli agenti con una testata al volto. I poliziotti sono riusciti a disarmarlo con un calcio, e successivamente perquisire lo zainetto del ladro in cui sono stati ritrovati gli oggetti rubati precedentemente dall’abitazione, riconosciuti anche dal proprietario. In attesa dell’udienza di convalida per i reati di ricettazione e rifiuto indicazione identità personale, il cittadino marocchino è stato portato nella Locale Casa Circondariale.

Ultime notizie