lunedì, 28 Novembre 2022

‘Ndrangheta, dichiara proprietà minori a quelle reali: confiscati beni per 1 milione di euro

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria ha confiscato l'intero patrimonio aziendale a un uomo sospettato di essere membro della cosca Buda-Imerti, appartenente alla 'Ndrangheta.

Da non perdere

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria ha confiscato l’intero patrimonio aziendale a un uomo sospettato di essere membro della cosca Buda-Imerti, appartenente alla ‘Ndrangheta. Il provvedimento è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. Il valore stimato dei beni interessati ammonterebbe a circa 1 milione di euro. L’attività investigativa ha permesso di ricostruire le acquisizioni patrimoniali dell’uomo, risultate in netto contrasto con le capacita reddituali dichiarate. Il soggetto in questione risulta già condannato in appello nell’ottobre 2020 alla pena di 14 anni e 8 mesi di reclusione, per appartenenza a cosca mafiosa. Il Tribunale locale ha sottoposto l’uomo alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza.

Ultime notizie