lunedì, 28 Novembre 2022

Trento, presa in disparte con una scusa e violentata a una festa: bracciante identificato grazie alle telecamere

Le indagini dei militari sono partite dopo la denuncia della vittima, che si è recata in caserma e ha raccontato quanto accaduto, fornendo l'identikit dell'aggressore. I Carabinieri di Rovereto hanno arrestato l'uomo nell'azienda agricola dove lavorava come bracciante di mele per poi portarlo nel carcere di Trento.

Da non perdere

Nella giornata di oggi, 27 settembre, i Carabinieri di Rovereto hanno arrestato un uomo di origine rumena accusato di aver avvicinato una donna nel corso di una festa, averla isolata con una scusa e poi violentata sessualmente. La vicenda sarebbe avvenuta in una località a sud della valle dell’Adige, in Trentino. Le indagini dei militari sono partite dopo la denuncia della vittima, che si è recata in caserma e ha raccontato quanto accaduto, fornendo i dettagli della violenza e l’identikit dell’aggressore; gli accertamenti sono stati facilitati anche dall’impianto di videosorveglianza presente nella zona che ha permesso di ricostruire i fatti. I Carabinieri hanno arrestato l’uomo nell’azienda agricola dove lavorava come bracciante di mele per poi portarlo nel carcere di Trento.

Ultime notizie