giovedì, 29 Settembre 2022

Lavoratori in nero e musica dal vivo senza permesso: piogge di multe ai proprietari dei locali

I proprietari dei locali sono stati multati per la mancanza della licenza della SIAE, tre dj privi e quattro camerieri "in nero". Le sanzioni possono arrivare fino a 43.200 euro.

Da non perdere

Nei giorni scorsi, quattro locali tra Rimini e Riccione sono stati controllati e sanzionati dalla Guardia di Finanza e dagli Ispettori della SIAE a causa di una serie di irregolarità. I bar e i ristoranti in questione, in cui si stavano svolgendo esibizioni di DJ e piano-bar, sono stati trovati privi del permesso SIAE, necessario per riprodurre un repertorio musicale tutelato, richiedendo la relativa licenza e pagando il compenso dovuto. I Finanzieri hanno anche individuato 3 disk jokey e 4 camerieri che lavoravano “in nero”.

Per gli imprenditori è immediatamente scattata la sospensione dell’attività per aver assunto un numero di lavoratori irregolari superiore al 10% dei dipendenti totali. Inoltre, i datori di lavoro possono subire una “maxi-sanzione” fino a un massimo di 10.800 euro per ogni lavoratore in “nero”, con un importo complessivo di 43.200 euro, e una multa di 2.500 euro a dipendente, con un totale di 7.500 euro, per l’omessa comunicazione obbligatoria prevista per i lavoratori autonomi occasionali.

Ultime notizie