giovedì, 29 Settembre 2022

FestivalFilosofia 2022, la giustizia al centro del dibattito dal 16 al 18 settembre: gli incontri a Carpi Modena e Sassuolo

Nelle tre città emiliane sono in programma 200 appuntamenti gratuiti e senza prenotazione, tra cui 53 lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, attività per ragazzi e bambini. Il FestivalFilosofia 2022 sarà dedicato al tema della giustizia in ogni sfera e declinazione, puntando gli occhi sulle responsabilità nei confronti delle nuove generazioni.

Da non perdere

In un periodo di conflitti a fuoco, crisi energetica, buio politico e socioculturale che sta mettendo in discussione i diritti di buona parte dell’umanità, a Modena, Carpi e Sassuolo, da venerdì 16 a domenica 18 settembre si riaccenderà il lume del pensiero. Il FestivalFilosofia 2022, alla sua ventiduesima edizione, tornerà a dar voce alla madre di tutte le scienze, ponendo, stavolta, al centro del dibattito il tema della giustizia, in ogni sua sfera di competenza e declinazione, puntando gli occhi sulle responsabilità etiche e giuridiche nei confronti delle generazioni di oggi e domani. Nelle tre città emiliane sono in programma ben 200 appuntamenti completamente gratuiti, tra cui 53 lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, attività per ragazzi e bambini, cene filosofiche; eventi unici in cui si potranno ascoltare liberamente e senza prenotazione le voci dei più grandi pensatori contemporanei. “Oltre a poter assistere dal vivo nelle piazze indicate in programma, le lezioni magistrali del mattino e del pomeriggio saranno visibili contemporaneamente su grandi schermi di altre location. A Modena in Piazza Grande, Piazza XX settembre e nella Chiesa di San Carlo, a Carpi in Piazza Martiri e Piazzale Re Astolfo, a Sassuolo in Piazzale della Rosa e Piazzale Avanzini”, si legge sul sito internet dell’iniziativa. Inoltre sarà possibile seguire in diretta streaming una lezione tutti i giorni alle ore 18:00 sui canali web del festival.

Le voci del festival

Fra i filosofi protagonisti vi saranno Roberto Brigati, Avishai Margalit, Massimo Recalcati, Ferdinando Menga, Enrico Cerasi, Salvatore Natoli, Gabrio Forti, Paola Giacomoni, Massimo Cacciari e Barbara Carnevali – entrambi componenti del Comitato scientifico del festival – Umberto Galimberti, Natalino Irti, Gianfrancesco Zanetti, Anna Donise, Francesca Rigotti, Pier Paolo Portinaro, Marco Pallavicini, Donatella Di Cesare e Roberto Esposito. Questa edizione rappresenta il debutto sul panorama italiano per 25 autori e autrici straniere, tra cui Joanna Bourke, Wolfgang Streeck, Anne Lafont, Walter Scheidel e molti altri.

Grande attesa per il reading e la conversazione che terrà Roberto Saviano a Modena il 16 settembre, un monologo sul coraggio della verità “Per una società libera. Lotta alle mafie e giustizia sociale”. Importanti aspettative anche per l’incontro d’eccezione previsto per il 17 a Carpi con lo scrittore e magistrato Gianrico Carofiglio, un’orazione civile su “La sopravvivenza del più gentile, i processi di empatia e la capacità di creare coesione e sanare ferite”.

Programma creativo

Musica, performance, messe in scena dal vivo e oltre 30 mostre ideate in collaborazione con 150 partner culturali daranno maggior respiro ai dibattiti e alle “lezioni dei Classici“, in cui studiosi autorevoli si avvicenderanno commentando i testi del pensiero Occidentale che hanno rappresentato modelli, idee o cambi di rotta in materia di giustizia. Il festival si colorerà di numerose iniziative a misura di bambino e ragazzo, come lo spettacolo di Giovanna Marini e Umberto Orsini, tratto da una ballata di Oscar Wilde sul carcere di Reading, e la rappresentazione teatrale di Roberto Citran sulle disuguaglianze nel continente africano.

Per maggiori informazioni sul programma del FestivalFilosofia 2022: www.festivalfilosofia.it

Ultime notizie