martedì, 9 Agosto 2022

Fifa, truffa e gestione infedele: Blatter e Platini assolti dalle accuse

Per i due ex dirigenti del calcio europeo e mondiale era stata chiesta una pena di un anno e otto mesi con la condizionale e due anni di libertà vigilata.

Da non perdere

Michel Platini e Sepp Blatter sono stati assolti con sentenza del Tribunale penale di Bellinzona dall’accusa di truffa e gestione infedele. Focus del processo, era la somma di 2 milioni di franchi versati dalla FIFA all’ex calciatore francese nel 2011, quando ricopriva ancora il ruolo di presidente UEFA. La somma elargita dalla FIFA, secondo l’accusa, era mirata a far sì che Le Roi rinunciasse alla candidatura per la presidenza della FIFA, al tempo occupata proprio da Blatter.

Nel processo, però, ha trionfato la difesa. La tesi sostenuta dai legali di Platini e Blatter dichiarava la legittimità di tale somma poiché saldo di stipendio. Ai due ex dirigenti del calcio europeo, dichiarati incolpevoli, è stato riconosciuto il diritto ad un indennizzo. Blatter ha accettato 20.000 franchi, Platini li ha rifiutati. Le Roi avrà accesso ai 2 milioni di euro, sequestrati dal Ministero pubblico della Confederazione, che aveva chiesto, per entrambi i dirigenti, una pena di un anno e otto mesi con la condizionale e due anni di libertà vigilata.

Le dichiarazioni, a riguardo, di Michel Platini

“A seguito della decisione dei giudici del tribunale di Bellinzona, questa mattina, ho voluto esprimere la mia felicità per tutti i miei cari che finalmente giustizia sia stata fatta dopo sette anni di bugie e manipolazioni. La verità è venuta alla luce. La mia lotta è una lotta contro l’ingiustizia. Ho vinto una prima partita. In questo caso, ci sono colpevoli che non si sono presentati durante questo processo. Non mi arrenderò e andrò fino in fondo nella mia ricerca della verità. Passare dall’essere una leggenda del calcio mondiale a un diavolo è molto difficile, soprattutto quando lo si fa in modo totalmente ingiusto”.

Ultime notizie