sabato, 2 Luglio 2022

Nuoto sincronizzato, l’Italia è sul tetto del mondo: Minisini e Ruggiero sono oro nel misto tecnico

Dopo l'oro conquistato nei 100 rana da Nicolò Martinenghi, l'Italia conquista un nuovo successo nel nuoto grazie ai giovani romani Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero, campioni del mondo nel misto tecnico.

Da non perdere

Il 26enne Giorgio Minisini e la 22enne Lucrezia Ruggiero si confermano una garanzia per il nuoto sincronizzato italiano, laureandosi campioni del mondo nel misto tecnico a Budapest, dove sono in corso di svolgimento i Mondiali di Nuoto. Oltre che ad avvalorare la prima posizione dell’eliminatoria dello scorso sabato, i giovani nuotatori italiani hanno migliorato il punteggio con 89.2685 punti. I due romani si sono piazzati davanti ai fratelli giapponesi Tomoka e Yotaro, arrivati secondi, ed ai terzi classificati, i cinesi Shi Haoyu e Zhang Yiyao. Per Lucrezia Ruggiero si tratta della prima medaglia internazionale conquistata all’esordio assoluto, mentre per Minisini è il secondo successo.

“Siamo contenti, abbiamo disputato una buona gara, il punteggio è in linea con la prestazione – ha dichiarato Giorgio Minisini -. Eravamo in pieno controllo e ho avvertito la sensazione che nessuno avrebbe potuto fermarci. Oggi festeggiamo questo bellissimo titolo mondiale e da domani si pensa al prossimo obiettivo perché voglio sempre di più”, conclude l’atleta.

“Sono davvero contenta se penso al percorso intrapreso negli ultimi tre anni e a tutte le difficoltà che abbiamo superato – afferma entusiasta la giovane Ruggiero -. La responsabilità era tanta; prima della gara ero nervosa, ma in acqua mi sono distesa e goduta l’esercizio. Sono contenta di quanto fatto. Giorgio è un esempio, ci conosciamo da quando siamo bambini, abbiamo sempre nuotato insieme all’Aurelia, ma nel momento in cui sono stata scelta come sua compagna nel duo ho dovuto resettare tutto, compiere un passo indietro di umiltà, affidarmi ai tecnici e ai suoi consigli, che ha molta più esperienza di me. Abbiamo lavorato tanto per creare quel feeling indispensabile per poter esibirsi con successo e penso che ci siamo riusciti”, termina Lucrezia Ruggiero.

I complimenti sono giunti anche dal tecnico federale Roberta Farinelli, la quale ha dichiarato: “Sono stati impeccabili, c’era magia nell’acqua. Sono ragazzi eccezionali come persone ed è un piacere allenarli come atleti. Hanno svolto un esercizio perfetto“. Il trionfo di Minisini e Ruggiero arriva dopo quello di Nicolò Martinenghi, nuotatore classe ’99 che ha conquistato non solo la prima medaglia d’oro per l’Italia a Budapest 2022 nei 100 rana, ma anche il primo oro assoluto nella categoria.

Ultime notizie