lunedì, 4 Luglio 2022

Milano, pugni in faccia quando apre la porta: escort russa picchiata e rapinata. In casa soldi e gioielli per 25mila euro

Raggirata con la scusa di un finto appuntamento con un cliente, la donna si è trovata davanti la porta due uomini che l'hanno aggredita e derubata.

Da non perdere

Terribile aggressione ad una escort ieri a Milano. La 31enne, di origine russa, si era accordata con un cliente per un incontro nel suo appartamento, ma quando ha aperto la porta si è trovata di fronte due uomini, fra i 30 e i 40 anni. Gli aggressori, entrambi di carnagione chiara, hanno immediatamente colpito la donna con un pugno in faccia, poi le hanno premuto un cuscino sulla bocca per impedirle di urlare e l’hanno immobilizzata con del nastro adesivo. La donna è stata sequestrata per circa mezz’ora, intorno alle 20:30 di domenica sera, nel suo appartamento in via Vitruvio, nei pressi della Stazione Centrale.

Nel frattempo i due hanno messo a soqquadro la casa, portando via, secondo quanto dichiarato dalla vittima, 4mila euro in contanti, due anelli d’oro del valore di 20mila euro, un Apple Watch ed un paio AirPods. Portato a termine il furto i malviventi sono fuggiti lasciando la vittima legata. Solo un’ora dopo è riuscita a liberarsi e chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenute le Volanti della Questura e gli agenti della Scientifica per i effettuare i rilievi necessari. Le indagini sono state affidate agli investigatori del Commissariato Garibaldi-Venezia. La donna, che ha rifiutato il trasporto in ospedale, è stata medicata sul posto.

Ultime notizie