venerdì, 1 Luglio 2022

Arresto cardiaco e ipotermia, bimbo di 1 anno grave in ospedale: due mesi fa ricoverato con fratture

La madre e alcuni testimoni che hanno soccorso il piccolo sono stati ascoltati in Questura, La Squadra Mobile sta indagando per cercare di capire come siano andate effettivamente le cose e accertare eventuali responsabilità penali.

Da non perdere

Un bimbo nigeriano di appena un anno è stato ricoverato ieri mattina, domenica 15 maggio, nell’ospedale di Perugia, le sue condizioni sono state giudicate gravi dai medici, che hanno riscontrato ipotermia e un arresto cardiaco. A portare il piccolo è stato un amico della madre, suo connazionale. La vicenda assume contorni preoccupanti in virtù di un’altra circostanza: meno di due mesi fa, il 24 marzo, il bambino è stato ricoverato nello stesso ospedale per una frattura al braccio destro.

“Gli accertamenti sanitari di tipo diagnostico sul bimbo – si legge in una nota della Procura di Perugia firmata dal procuratore capo Raffaele Cantone – hanno evidenziato una frattura pregressa dell’omero destro, motivo di un ricovero nel locale nosocomio il 24 marzo scorso e altresì, una frattura longitudinale, con diastasi dei frammenti, dell’osso parietale sinistro ed una tumefazione dei tessuti molli in sede frontale destra”.

Ieri sera la mare del bimbo è stata ascoltata negli uffici della Questura di Perugia, e con lei anche altri testimoni che hanno soccorso il piccolo. La Squadra Mobile sta indagando per cercare di capire come siano andate effettivamente le cose e accertare eventuali responsabilità penali. Il piccolo, intanto, è stato trasferito con l’elisoccorso dall’ospedale di Perugia al Meyer di Firenze, dopo essere stato stabilizzato dall’equipe del pronto soccorso e dalla Terapia intensiva neonatale.

Ultime notizie