sabato, 28 Maggio 2022

Serie A, il Milan batte la Sampdoria e va in vetta: pareggio spettacolare tra Sassuolo e Roma. Dilaga il Verona

Il Milan batte di misura la Sampdoria e si porta in vetta, aspettando il recupero di Bologna-Inter. Il Verona dilaga 4-0 sull'Udinese. Pareggiano Empoli-Cagliari e Genoa-Salernitana. Spettacolare 2-2 tra Sassuolo e Roma.

Da non perdere

Prosegue la 25esima giornata di serie A dopo le vittorie di Lazio e Venezia e il pareggio tra Napoli ed Inter negli anticipi del sabato.

Nel lunch match il Milan ha approfittato del pareggio del Maradona per portarsi in vetta alla classifica, nell’attesa che l’Inter recuperi la partita contro il Bologna. A San Siro basta un goal ai rossoneri per battere la Sampdoria e a segnarlo è l’uomo più in forma nella rosa di Pioli, Rafa Leao: all’8′ lancio in profondità di Maignan, il portoghese salta Bereszynski con un cambio di passo e non sbaglia davanti a Falcone. Nella ripresa i blucerchiati ci provano con Candreva ma non riescono mai seriamente ad impensierire la retroguardia dei padroni di casa. Il Milan spreca con Giroud ma porta a casa tre punti pesanti in ottica scudetto.

Alle 15:00 si giocano tre partite. Dopo la vittoria di Bergamo contro l’Atalanta, il Cagliari ferma sul pareggio l’Empoli che ha ottenuto solo due punti nelle ultime tre partite. Al Castellani la squadra di Andreazzoli si porta in vantaggio al 38′ con il nono goal in campionato di Pinamonti che riceve palla in area e, accerchiato dai difensori avversari, riesce comunque a battere Cragno. Il pareggio dei sardi arriva all’84’ con il neo entrato Pavoletti: dopo un batti e ribatti in area, l’attaccante ex Genoa e Napoli trova la zampata giusta. È un punto che serve più alla squadra di Mazzarri che continua a muovere la classifica agganciando il Venezia.

Termina 1 a 1 anche lo scontro salvezza tra Genoa e Salernitana. Un punto che non fa comodo a nessuna delle due, relegate nei bassi fondi della classifica. A rompere l’equilibrio è la squadra di casa: la prima rete dell’era Blessin la mette a segno Mattia Destro al 32′ avventandosi da rapace su un cross di Ekuban. I granata reagiscono subito e trovano il pareggio sul tramonto del primo tempo; azione personale di Verdi sulla fascia, cross in area per la testa di Djuricic che fa la sponda per la conclusione al volo di Bonazzoli. È il terzo pareggio consecutivo per il Grifone, il secondo per la squadra di Colantuono.

Al Bentegodi il Verona ritrova Caprari e Simeone e dilaga 4 a 0 sull’Udinese che fa un passo indietro dopo la vittoria sul Torino del turno precedente. Apre i giochi Depaoli al secondo minuto battendo Silvestri con il piattone. L’ex Atalanta e Sampdoria poi regala un assist a Barak che al 31′ da centro area mette facilmente in rete il goal del raddoppio. Nella ripresa è ancora monologo gialloblù; al 66′ azione in velocità, cross di Tameze per Caprari, bravo di testa ad indirizzare la palla all’angolino. Il quarto ed ultimo goal della banda di Tudor lo sigla proprio Tameze all’84’ con una conclusione potente che si insacca all’incrocio.

Regalano spettacolo Sassuolo e Roma nella partita delle 18:00. Alla fine le due squadre chiudono sul pareggio per 2 a 2 che rallenta ancora la corsa dei capitolini. Dopo due goal annullati, uno per parte, il vantaggio giallorosso arriva al termine del primo tempo. Il cross di Vina sbatte sul braccio di Chiriches e l’arbitro concede calcio di rigore: dal dischetto trasforma Abraham. Nella ripresa i neroverdi ribaltano il risultato: il pareggio arriva al 47′ grazie ad un autogol di Smalling che devia nella sua rete, con la complicità di Rui Patricio, un cross di Traorè. Al 73′ proprio il numero 23 del Sassuolo controlla un lancio di Berardi, supera Karsdorp e batte l’estremo difensore avversario. La squadra di Mourinho, però, non si arrende e, approfittando dell’inferiorità numerica della squadra di Dionisi a causa dell’espulsione di Ferrari, al 94′ trova la rete del 2 a 2 con il colpo di testa di Cristante sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

 

Ultime notizie