venerdì, 9 Dicembre 2022

Prorogato lo stato d’emergenza al 31 marzo 2022. Nessun obbligo di mascherine all’aperto

Da non perdere

È da poco stata confermata durante il Consiglio dei Ministri tenutosi a Palazzo Chigi la proroga dello stato d’emergenza, che ora ha come data finale il 31 marzo 2022. Una decisione presa “in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da Covid-19″.

La bozza presenta 11 articoli e proroga tutte le misure legate all’emergenza, tra cui anche “ordinanze finalizzate alla programmazione della prosecuzione in via ordinaria delle attività necessarie al contrasto e al contenimento del fenomeno epidemiologico da Covid-19”. Tra queste l’eventuale possibilità di estendere l’obbligo di mascherine all’aperto, nel periodo delle festività, su tutto il territorio nazionale.

Nella bozza del decreto è prevista inoltre la somma di 6 milioni, da destinare al Ministero della Difesa per allestire, in un sito militare individuato dal Commissario Figliuolo, uno stock di vaccini “al fine di assicurare il potenziamento delle infrastrutture strategiche per fronteggiare le esigenze connesse all’epidemia da COVID-19 e garantire una capacità per eventuali emergenze sanitarie future”.

Confermato inoltre dal Ministro dell’economia e delle finanze, Daniele Franco, lo stanziamento di 3.8 miliardi, cifra che vorrebbe essere utilizzata contro il rincaro delle bollette di luce e gas del primo trimestre 2022. Da questo importo, 1,8 miliardi verranno usati per annullare gli oneri generali di sistema per le utenze fino a 16kwh e 600 milioni serviranno invece per abbassare l’aliquota Iva per il gas al 5 %.

 

 

 

Ultime notizie