martedì, 25 Gennaio 2022

Reddito di cittadinanza, 110 cittadini stranieri sottoposti a sequestro di beni per 817 mila euro

Si tratta di cittadini rumeni, nigeriani, marocchini, srilankesi e di altre nazionalità, tra cui America latina e paesi arabi. Nessuno di loro era in possesso dei requisiti indispensabili per poter usufruire del beneficio.

Da non perdere

Ammonta a 817mila euro la somma indebitamente percepita da 110 cittadini stranieri con il reddito di cittadinanza. I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno preventivamente sequestrato le somme ricevute dei non aventi diritto. Il provvedimento è stato emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, su proposta della Procura della Repubblica.

Le Fiamme Gialle hanno esaminato oltre 2000 soggetti stranieri “messinesi”, di origine extracomunitaria e comunitaria, che hanno richiesto e percepito il reddito. Si tratta di cittadini rumeni, nigeriani, marocchini, srilankesi e di altre nazionalità, tra cui America latina e paesi arabi. Nessuno di loro era in possesso dei requisiti richiesti, in particolare quello della residenza sul territorio italiano da almeno 10 anni. L’illegittima percezione del Reddito di Cittadinanza, nei casi più gravi, prevede la reclusione da 2 a 6 anni. L’operazione è stata resa possibile dalla collaborazione consolidata tra Guardia di Finanza e Inps.

Ultime notizie