sabato, 22 Gennaio 2022

Serie A, la tripletta di Pašalić apre il turno infrasettimanale. La Juventus vince a Salerno: i risultati del martedì

Il turno infrasettimanale inizia con il botto grazie alla tripletta di Mario Pašalić, decisiva per la vittoria dell'Atalanta sul Venezia. La Fiorentina batte la Samp e la Juve vince a Salerno, reti bianche tra Verona e Cagliari: i risultati di questo martedì.

Da non perdere

Appena chiusa una giornata, se ne apre subito un’altra: la Serie A torna in campo di martedì per il turno infrasettimanale valido la per 15esima giornata di campionato. Alle 18:30 si giocano le prime due partite: l’Atalanta abbatte il Venezia con un prepotente 4-0 ed un infermabile Mario Pašalić che si è portato il pallone a casa grazie alla tripletta messa a segno. Primo gol in maglia nerazzurra per Teun Koopmeiners, la Dea porta a casa i tre punti senza difficoltà e aggancia momentaneamente l’Inter in classifica con la quarta vittoria consecutiva in campionato. In contemporanea, sul campo del Franchi si è giocata Fiorentina-Sampdoria: i blucerchiati, alla ricerca della terza vittoria consecutiva, si sono portati avanti con la rete di Manolo Gabbiadini, ma il vantaggio è durato ben poco in quanto il risultato sia stato subito pareggiato da Callejón. Dopo dieci minuti, i Viola si portano in vantaggio grazie al gol di testa del solito Dusan Vlahović; la partita viene poi chiusa poco prima dell’intervallo dalla rete di Riccardo Sottil. La Fiorentina di Vincenzo Italiano si rialza dopo la sfortunata sconfitta nel derby toscano con l’Empoli e vince 3-1 contro la Samp, continuando ad inseguire l’obiettivo della qualificazione in Europa League.

Alle 20:45 si affrontano Salernitana e Juventus allo stadio Arechi: la squadra di Max Allegri si porta avanti dopo poco più di 20 minuti con il gol della ‘Joya’ Paulo Dybala che insacca il pallone in rete con un tiro dal limite dopo essere stato servito da Kulusevski. Dopo pochi minuti arriva anche il raddoppio della Juventus, ma la rete viene annullata dopo il controllo del direttore di gara al VAR: Cuadrado si incarica di un calcio di punizione e mette la palla in area che arriva dalle parti di Belec, il portiere granata para e manda la sfera contro il palo, nell’area di crea un’ammucchiata e Gagliolo riesce a salvare il pallone sulla linea, ma sulla ribattuta il capitano Chiellini anticipa tutti e riesce a segnare il gol dello 0-2. Dopo il richiamo del VAR, però, l’arbitro annulla il gol del difensore bianconero a causa della posizione di fuorigioco di Moise Kean che aveva preso parte al mucchio selvaggio in area.

La Juventus prosegue dunque con un vantaggio di misura, cercando più volte la rete ma rischiando anche di subirla al 58′ minuto, quando Ranieri colpisce incredibilmente il palo della porta difesa da Szczesny. Al 70′ arriva il raddoppio della Juve, e stavolta è tutto regolare: un cross basso di Bernardeschi serve Morata che si trova praticamente sulla linea della porta di Belec, l’attaccante spagnolo accompagna dolcemente il pallone in rete con il piede, trovando il gol che in campionato mancava addirittura dal 19 settembre, data del pareggio casalingo della Juventus con il Milan.  All’ultima azione del match viene aggiudicato un calcio di rigore ai piemontesi: sul dischetto si presenta Dybala che calcia sopra la traversa e spreca l’occasione doppietta, fortunatamente per lui però non intacca il risultato finale. Questa sera si è giocata anche Hellas Verona-Cagliari, una partita spenta sul punto di vista realizzativo ma che ha visto i padroni di casa dominare nel possesso palla. La partita termina senza reti, uno 0-0 che non produce né vinti né vincitori, ma che fa guadagnare un punto d’oro in vista della salvezza al Cagliari, reduce ormai da tre pareggi consecutivi e che approfitta della sconfitta della Salernitana per distaccarsi dai campani.

Ultime notizie