sabato, 4 Dicembre 2021

Europa League, il Napoli perde nel gelo di Mosca: 2-1 Spartak e qualificazione complicata

Il Napoli non riesce a riscattare la sconfitta subita in campionato contro l'Inter perdendo anche a Mosca per 2 a 1 contro lo Spartak. Ora la qualificazione si deciderà all'ultimo turno contro il Leicester.

Da non perdere

Nel gelo dell’Otkritie Arena di Mosca, in un insolito anticipo del giovedì di Europa League, il Napoli non riesce a riscattare la sconfitta subita in campionato contro l’Inter perdendo per 2 a 1 contro lo Spartak Mosca e complicando la situazione del girone C. Infatti, gli azzurri restano a 7 punti, si fanno agganciare dalla squadra russa e, nell’attesa del risultato della sfida tra Leicester e Legia Varsavia, dovranno giocarsi la qualificazione all’ultimo turno proprio contro la compagine inglese.

Spalletti deve far fronte a diverse assenze per la trasferta a Mosca: su tutte quelle di Osimhen, che dovrà osservare 90 giorni di stop a causa delle fratture multiple all’orbita e allo zigomo sinistro riportate dopo lo scontro con Skriniar, e di Anguissa, che ha subito una lesione agli adduttori. Ma il tecnico toscano deve rinunciare anche ad Ounas, Insigne e i positivi Politano, Demme e Zanoli. Scelte obbligate, quindi, con Juan Jesus a completare la linea difensiva composta da Di Lorenzo, Koulibaly e Mario Rui; Zielinski e Lobotka a centrocampo e Lozano, Mertens ed Elmas a supporto dell’unica punta Petagna.

La partita inizia malissimo per i partenopei che al primo minuto di gioco concedono un calcio di rigore allo Spartak per un fallo di Lobotka su Promes, poi trasformato da Sobolev. Il Napoli prova a reagire con una grande doppia occasione di Elmas che calcia al volo ma la sua conclusione viene respinta dall’estremo difensore avversario sulla linea di porta, bravo anche a disinnescare il secondo tentativo. Al 25′ minuto ci prova Zielinski, servito in area da un cross rasoterra di Lozano, ma è ancora Selikhov a dire di no al giocatore polacco. Il raddoppio della squadra di casa, però, arriva al 28′ minuto quando sempre Sobolev sfrutta un assist perfetto di Moses per battere di testa Meret, permettendo allo Spartak Mosca di concludere la prima frazione sul doppio vantaggio.

Monologo azzurro nella ripresa con la squadra di Spalletti che trova subito il goal con Di Lorenzo, poi annullato per posizione di fuorigioco del terzino italiano. Un’altra occasione clamorosa, stavolta capitata sui piedi di Mertens, è il preludio alla rete del 2 a 1 siglata da Elmas al 64′: contropiede del Napoli, cross in mezzo di Petagna e colpo di testa vincente del giocatore macedone. Seguono altre occasioni di Zielinski, Di Lorenzo, Mertens ed Elmas nel finale ma l’imprecisione e i guantoni di Selikhov spengono le speranze di rimonta.

Ultime notizie