domenica, 28 Novembre 2021

Le italiane soffrono in Champions League: Juventus asfaltata dal Chelsea, l’Atalanta pareggia con lo Young Boys

Notte amara per le italiane in Champions League: la Juventus perde 4-0 in casa del Chelsea, l'Atalanta pareggia 3-3 con lo Young Boys.

Da non perdere

Penultima notte della fase a gironi di questa edizione della UEFA Champions League, con Juventus e Atalanta che questo sabato saranno per altro avversarie in campionato, in trasferta alla ricerca dei tre punti. La squadra di Massimiliano Allegri arriva alla partita più difficile del girone, quella a Stamford Bridge contro il Chelsea, con il vantaggio di avere la qualificazione agli ottavi di finale già in tasca grazie alle quattro vittorie su quattro conquistate fino a questo punto. I bianconeri scendono in campo dunque per assicurarsi il primo posto in classifica che, anche con un po’ di fortuna, potrebbe facilitare il loro percorso agli ottavi. Parte meglio il Chelsea della Juventus che si rende pericoloso in più occasioni, trovando una rete un po’ dubbia al 25′ con Chalobah, schierato titolare a sorpresa da Tuchel: viene battuto un corner dai Blues, la palla finisce nel mucchio e c’è un chiaro tocco di mano di Rüdiger che diventa un assist per il gol di Chalobah. Tante le proteste da parte di Allegri e dei suoi ragazzi, ma dopo un silent check col VAR e senza neanche rivederlo, il direttore di gara convalida la rete dell’1-0 a favore del Chelsea, lasciando una scia di dubbi e proteste per un gol che probabilmente sarebbe dovuto essere da annullare.

La Juventus non si lascia abbattere e prova immediatamente a reagire con Morata che sfiora il gol del pareggio dopo aver scavalcato con uno scavetto il portiere avversario, ma Thiago Silva salva incredibilmente in scivolata un gol già fatto, preservando il vantaggio dei londinesi. Da qui in poi c’è quasi solo il Chelsea, con la Juve che riesce a combinare qualcosa solo nel finale del primo tempo ma senza concretizzare. Dieci minuti dopo l’inizio del secondo tempo, i Blues raddoppiano il vantaggio con la rete di James che stoppa di petto il pallone prolungato dall’intervento difensivo di De Ligt e calcia in porta battendo Szczesny. La Juventus, ancora stordita dal gol di James, ne subisce anche un altro, stavolta realizzato da Callum Hudson-Odoi a seguito di una bella azione del Chelsea partita da Jorginho che ha servito Loftus-Cheek, De Ligt si fa saltare troppo facilmente dal centrocampista inglese e viene servito Hudson-Odoi che riesce a segnare il gol del 3-0 senza troppe difficoltà. La Juventus cerca il gol per aggiustare la differenza reti in vista della giornata conclusiva della fase a gironi, ma invece segna ancora il Chelsea all’ultimo minuto di recupero: Ziyech approfitta di un buco lasciato da McKennie per crossare al centro e trova Timo Werner che cala il poker per i Blues. Prima sconfitta stagionale in Champions per la Juventus.

Trasferta svizzera per l’Atalanta che arriva nella città di Berna per affrontare lo Young Boys. I bergamaschi avrebbero dovuto sfruttare l’occasione che si era creata nel tardo pomeriggio a seguito della sconfitta interna del Villarreal con il Manchester United per 0-2 che, in caso di vittoria in Svizzera, avrebbe permesso ai nerazzurri di arrivare allo scontro diretto per il secondo posto contro gli spagnoli un punto sopra di loro. Gasperini ha messo in guardia i suoi giocatori raccomandano loro di non sottovalutare gli avversari che sono già riusciti a battere i Red Devils nelle scorse settimane, difatti lo Young Boys non ha dato vita facile questa sera all’Atalanta: dopo appena dieci minuti, i nerazzurri riescono a portarsi in vantaggio con la rete di Duvan Zapata su assist di Freuler, ma gli svizzeri provano a reagire e a cercare il gol del pareggio che arriva poi al 39′ minuto con lo stacco vincente di testa di Siebatcheu scaturito da un calcio d’angolo.

Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-1, ma nel secondo tempo parte aggressiva l’Atalanta che riesce difatti a trovare la rete del nuovo vantaggio dopo poco più di cinque minuti: stacca Malinovskyi che favorisce una sponda di Pasalic per Palomino, il difensore argentino fa partire un tiro a giro e realizza un gran gol che riporta la Dea in vantaggio allo Stadion Wankdorf. Non si arrende lo Young Boys che nei minuti seguenti prova a reagire, tanto da andare a segno a dieci minuti dalla fine con Sierro che insacca il pallone in rete di prima intenzione dopo averla ricevuta da Siebatcheu. Appena cinque minuti dopo, lo Young Boys si porta addirittura in vantaggio: Hefti si accentra e tira di potenza bucando la rete di Musso, 3-2 per gli svizzeri a poco dalla fine. I ragazzi di Gasperini non mollano e a due minuti dal 90′ trovano il gol del 3-3 con Luis Muriel dopo appena un minuto dal suo esordio in campo: il colombiano si incarica di un calcio di punizione e salta la barriera avversaria facendo finire il pallone dove il portiere avversario non può arrivare. L’Atalanta è terza e sotto di un punto dal Villarreal, la qualificazione agli ottavi si deciderà nello scontro diretto dell’ultima giornata.

Ultime notizie