giovedì, 2 Dicembre 2021

Educazione motoria dalle elementari, la legge di bilancio premia lo sport

La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Valentina Vezzali: "Giorno storico per la scuola primaria".

Da non perdere

Buone notizie dalla legge di bilancio per la scuola e lo sport. O, per meglio dire, per lo sport a scuola. L’educazione fisica entrerà come disciplina già dalla scuola elementare. Pertanto la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Valentina Vezzali, ha parlato di “giorno storico per la scuola primaria e per l’istruzione in generale”.

Buone notizie anche per il personale docente; infatti, l’annuncio prosegue così: “Introdurre l’insegnamento di educazione motoria nella scuola primaria, affidato a docenti specializzati, rappresenta un risultato che si attendeva da oltre 60 anni. Si tratta di un punto chiave per una rivoluzione culturale e sportiva nel nostro Paese. Fin dal primo giorno del mio incarico, quello di prevedere l’insegnante di scienze motorie sin dalla scuola primaria, è stato uno dei miei obiettivi principali”.

Infine, ripensando agli ultimi successi, l’ex campionessa di scherma conclude. “Non possiamo pensare ad un’Italia più sportiva se non si inizia ad educare i nostri figli sin dai primissimi anni del loro percorso formativo. La decisione odierna è la conferma del forte impegno del governo Draghi verso la Next Generation. Ringrazio il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e il Sottosegretario, Rossano Sasso, per aver condiviso l’obiettivo e per aver lavorato in sinergia, raggiungendo un risultato auspicato da anni, da tanti voluto a parole ma raggiunto, con i fatti, solamente adesso”.

Ultime notizie