mercoledì, 8 Dicembre 2021

Fatto inginocchiare e ucciso con un colpo di pistola: esecuzione in un’autofficina arrestato il titolare

L'uomo, interrogato dal pm la scorsa notte, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Le accuse sono di omicidio, ricettazione e porto illegale di armi e munizioni.

Da non perdere

Un uomo di 29 anni, Salvatore Silipo, originario di Crotone, è stato fatto inginocchiare e poi ucciso con un colpo di pistola al collo all’interno dell’officina per il ricambio di pneumatici “Dante Gomme” a Coldebosco Sopra, nel Reggiano. I Carabinieri, che passavano di lì diretti allo stadio per svolgere servizio di ordine pubblico, allertati dalla presenza in strada di un cugino della vittima, hanno arrestato il gestore dell’autofficina, il 70enne Dante Sestito, originario di Cutro, nel Crotonese e residente a Cadelbosco Sopra. Le accuse sono di omicidio, ricettazione e porto illegale di armi e munizioni. L’uomo, interrogato dal pm la scorsa notte, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Dalle indagini, però, è risultato che la pistola, un revolver ‘Smith & Wesson’ calibro 44 Magnum, è stata rubata a Pieve di Cento, nel Bolognese, nel gennaio del 2019; l’arma sequestrata è stata ritrovata con 18 colpi, di cui uno esploso.

Ultime notizie