mercoledì, 8 Dicembre 2021

Valentino Rossi e l’ultimo ballo a Misano: “Sarà speciale, ci siamo divertiti”

Dalla coreografia degli 11mila sostenitori, all'iniziativa di Trenitalia e delle Frecce Tricolori. L'ultimo weekend italiano di Rossi sarà indimenticabile. Dopo 26 anni di gloriosa carriera, il Dottore domenica correrà a Misano: "Sarà speciale, ci siamo divertiti".

Da non perdere

Domenica 24 ottobre 2021, una data che Valentino Rossi porterà sempre nel cuore, senza dubbio con sentimenti contrastanti. Per il “Dottore” domani andrà in scena l’ultimo ballo in sella a Misano, Gp che ha conquistato tre volte: 2008, 2009 e 2014.
Se da una parte c’è la gioia e l’orgoglio nel voltarsi indietro ad ammirare una carriera costellata di vittorie e titoli mondiali, dall’altra c’è la profonda tristezza nell’aver realizzato che siano arrivati i titoli di coda: È fantastico poter girare ancora una volta qui. Sinceramente mi sento normale, non avverto una grande differenza rispetto agli altri GP. In ogni caso sarà emozionante. Il mio obiettivo in questo fine settimana è restare concentrato al massimo, senza pensare che sia la mia ultima gara in Italia. Essere competitivo e dare il massimo, restando nella top ten”.

A dare manforte a questo turbinio di emozioni ci hanno pensato i tifosi, che negli anni, ma soprattutto nei due weekend di Misano, non hanno mai fatto mancare il supporto e la considerazione a Valentino Rossi. Il pilota di Urbino ha quindi deciso di ricambiare gli attestati di stima, dedicando la livrea del casco con cui correrà in Emilia Romagna: Mi hanno regalato il loro sostegno ovunque sono andato nel mondo, non solo gli italiani. Assieme ci siamo sempre divertiti. Non so come vorrei che la gente mi ricordasse, quando sei uno sportivo la tua vita è sempre divisa: da una parte il pilota, che le persone possono seguire, amare. Dall’altra l’uomo, che conoscono solo le persone più vicine. Vorrei che mi ricordassero come un bravo pilota“.
Saranno 11mila i supporters di Rossi, che insieme al fan club del campione, hanno inscenato la coreografia “Tanto di cappello Vale”. I sostenitori inoltre omaggeranno il pilota classe ’79 togliendosi il cappello, obbligatoriamente giallo, al suo passaggio.
Flavio Fratesi, presidente del fanclub ufficiale, ha fornito un leggero assaggio di ciò che verrà fuori sulle gradinate: “L’effetto è quello di creare una coreografia non solo statica ma anche dinamica, l’abbiamo già provata e il risultato è davvero molto bello”.

Per quantificare la grandezza di Rossi in pista è doveroso menzionare i 9 titoli mondiali e le 429 gare disputate, ma anche i 115 Gp vinti e i 235 podi ottenuti. Unico nel suo genere, può vantare nel suo folto palmares di essere il solo pilota nella storia del Motomondiale a trionfare in quattro classi diverse: 125, 250, 500 e MotoGP.
Una figura che ha influenzato uno sport e i suoi seguaci, grazie al suo “46”, numero scelto perché utilizzato precedentemente in Moto Gp dal padre, mai cambiato in oltre 25 anni di carriera. Un’icona inarrivabile tanto da meritare il passaggio delle Frecce Tricolori con i nove MB-339 PAN sulla griglia di partenza, ma anche una linea ferroviaria regionale per l’intero fine settimana.
La Regione Emilia Romagna ha, infatti, accordato con Trenitalia e Trenitalia Tper, quindici corse al giorno con fermata straordinaria a Misano Adriatico. In una nota, la compagnia ferroviaria di bandiera ci ha tenuto a rispondere presente in un weekend che resterà nella storia: “I treni regionali, che durante l’estate hanno accompagnato tanti turisti verso le località di vacanza, affiancano dunque ora una delle manifestazioni sportive più attese dagli appassionati di motociclismo”.

Ultime notizie