sabato, 4 Dicembre 2021

Festival del Cinema di Roma, “Una vita, cento vite” è il documentario su Caterina Caselli: a dicembre al cinema

Evento speciale alla Festa di Roma e in arrivo nelle sale con Nexo solo il 13, 14, 15 dicembre. Dalla ragazzina ribelle dei 60's alla manager illuminata di oggi, una lunga storia che traccia la vita della grande Caterina Caselli

Da non perdere

Presentato al Festival del Cinema di Roma, “Una vita, cento vite”  parla di Caterina Caselli, della sua famiglia, della sua carriera. È il documentario di Renato De Maria su Caterina Caselli, nata nel 1946, voleva fare la cantante, lo decise subito anche contro il parere della madre che reputava questo ruolo non adatto per una donna, ma caparbia è diventata una cantante beat di grandissimo successo negli anni Sessanta e poi grandissima e illuminata manager, un ruolo che continua a donarle tante soddisfazioni.

Il film racconta la sua storia, i suoi studi, il suo suonare il basso nelle band di provincia fino ad arrivare a Sanremo, il suo attraversare ed affrontare diverse decadi tutte nuove ed interpretare i cambiamenti artistici di ognuna di queste, incrociando sui palchi ed in televisione tantissimi altri artisti che fanno parte della sua storia. Una donna testarda con le idee molto chiare e una visione del futuro nitida, sicuramente avanti rispetto ai suoi tempi. Ha dettato legge nella musica, con brani memorabili, nella moda, dal suo taglio di capelli ai suoi abiti che hanno fatto storia.

Evento Speciale alla Festa di Roma e in arrivo nelle sale con Nexo solo il 13, 14, 15 dicembre. Uno scrigno di ricordi, volutamente cronologico, con Caselli sul divano a raccontare la sua vita e le sue esperienze.

“Oggi c’è molto sensazionalismo, sono tutti forti, bravissimi, sorridenti, la competizione è fortissima, il talento è timido, è democratico, può uscire ovunque. Chi ha qualità prima o poi emerge, io alla qualità ci credo ancora”.

Ultime notizie