domenica, 24 Ottobre 2021

Taiwan, il presidente cinese Xi Jinping avverte: “Chiunque voglia separare il Paese non farà una buona fine”

Xi Jinping è intervenuto durante le celebrazioni per i 110 anni dalla Rivoluzione del 1911: "Non sottovalutate la determinazione, la volontà e la capacità del popolo cinese nel salvaguardare la sovranità e l'integrità territoriale".

Da non perdere

“Taiwan è una questione interna alla Cina e non ammette interferenze esterne”. A parlare è il presidente Xi Jinping durante le celebrazioni per i 110 anni dalla Rivoluzione del 1911. “Chiunque voglia tradire e separare il Paese sarà giudicato dalla storia e non farà una buona fine” ha tuonato, definendo il secessionismo di Taiwan come “il più grande ostacolo alla riunificazione nazionale”.

“I compatrioti su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan dovrebbero stare dalla parte giusta della storia e unire le mani per ottenere la completa riunificazione della Cina e il ringiovanimento della nazione cinese. Nessuno dovrebbe sottovalutare la determinazione, la volontà e la capacità del popolo cinese nel salvaguardare la sovranità e l’integrità territoriale” ha concluso Xi Jinping in maniera perentoria. Nei giorni scorsi numeri aerei militari cinesi hanno fatto incursione nello spazio aereo di Taiwan.

Ultime notizie