domenica, 17 Ottobre 2021

L’Eurovision 2022 si terrà a Torino: investimento di 26 milioni della Rai per l’evento non sportivo più grande al mondo

Sarà Torino la città italiana che ospiterà l'Eurovision 2022 dopo la vittoria dei Maneskin della scorsa edizione.

Da non perdere

L’Eurovision 2022 si terrà a Torino. Lo ha deciso la Rai dopo la candidatura della sindaca Appendino dello scorso luglio, motivata dal fatto che le centinaia di milioni di spettatori che seguono questo evento porterebbero “visibilità mondiale della nostra Torino e indiscutibili ricadute economiche: la nostra città ha tutte le carte in regola e riteniamo sia la migliore opzione in campo su cui far ricadere la scelta”.

Alla fine, la scelta di far tenere l’evento non sportivo più grande al mondo nella prima capitale d’Italia è stata presa anche in quanto: “Abbiamo spazi con capienze adatte, in pieno territorio cittadino e facilmente raggiungibili – spiega la sindaca -. Per ciò che riguarda l’ospitalità, la nostra offerta ricettiva è in grado di accogliere le migliaia di persone che l’evento saprà attrarre. Saremo inoltre già un collaudato palcoscenico di appuntamenti internazionali che abbiamo portato qui in questi anni, in grado di mettere le competenze di un’intera città al servizio dell’Eurovision. Anche grazie a questi eventi – conclude Appendino – Torino è recentemente diventata hub Ryanair, garantendo ancora più collegamenti aerei tra Torino e il resto del mondo”.

L’evento canoro, vinto dai Maneskin nella scorsa edizione di Rotterdam, comporterà una produzione di circa 9 settimane, 6 delle quali utili per i lavori prima del contest, 2 settimane per lo show e un’ulteriore settimana dopo che sarà tutto terminato. Si tratta di un evento dalle mastodontiche dimensioni, che vedrà l’arrivo a Torino di oltre 40 delegazioni da tutta Europa e non solo, migliaia di giornalisti internazionali che presenzieranno in un’unica sala stampa e circa 200 milioni di telespettatori previsti per la serata finale, il tutto per un costo di produzione di circa 26 milioni di euro per la Rai che chiede un contributo libero alle città che ospiteranno l’evento.

Ultime notizie