martedì, 26 Ottobre 2021

Spara ai passanti col fucile ad aria compressa per divertimento: denunciato “cecchino” 20enne

Come nella trama di un film si appostava alla finestra di casa e sparava ai passanti, alcuni hanno riportato ferite a causa dei pallini. In un caso ha sparato vero la finestra di un vicino.

Da non perdere

Ieri sera i Carabinieri della Stazione di Signa, nel Fiorentino, hanno denunciato in stato di libertà il 20enne italiano, G.M., residente a Signa, per i reati di danneggiamento e lesioni aggravate. Lo rende noto il Comando Provinciale dei Carabinieri di Firenze con un comunicato stampa arrivato in redazione. Al calar del sole, si legge, il ragazzo si appostava alla finestra della propria camera, sparando con un fucile ad aria compressa alle persone che passeggiavano nell’area dei giardini del Crocifisso, ignare di essere diventate il suo bersaglio.

Negli ultimi giorni si erano moltiplicate le segnalazioni di passanti colpiti da piombini ad aria compressa; due di questi, un uomo che stava camminando con il cane ed un nonno che portava a spasso il nipote, avevano riportato lievi lesioni a braccia e gambe. La sera del 2 ottobre un residente aveva richiesto l’intervento dei Carabinieri perché mentre si trovava in casa a guardare la televisione aveva sentito dei colpi sulla finestra del salone, constatando subito dopo la presenza di tre pallini di piombo conficcati nell’avvolgibile.

I Carabinieri, studiando la traiettoria dei colpi che avevano colpito le persone ferite e le finestre delle case circostanti, sono riusciti a risalire alla posizione del “cecchino”. I successivi accertamenti nell’abitazione del 20enne hanno consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro l’arma utilizzata, una carabina ad aria compressa di libera vendita e le relative munizioni.

Ultime notizie