giovedì, 21 Ottobre 2021

Pedofilia, in Francia oltre 216mila vittime di preti

Dal rapporto della commissione d'inchiesta sugli abusi sessuali nella Chiesa di Francia, dal 1950 ad oggi sono più di 216mila le vittime di abusi sessuali commessi da preti cattolici, ma il numero potrebbe aumentare a 330mila.

Da non perdere

In Francia, dal 1950 ad oggi, sono più di 216mila le vittime di abusi sessuali commessi da preti cattolici. Un numero sconvolgente che rivela purtroppo come la Chiesa, considerata da sempre uno dei luoghi più sicuri e tranquilli, sia il più delle volte l’esatto contrario. E non finisce qui, perché secondo il rapporto della commissione d’inchiesta sugli abusi sessuali nella Chiesa di Francia guidata da Jean-March Sauvé, il numero potrebbe aumentare a 330mila, considerando gli abusi dei membri laici della Chiesa. Il sacerdote – figura cardine nella guida della comunità – diventa così il simbolo di paura e terrore per grandi e piccoli; sono circa 3mila i preti-pedofili che durante questi 50 anni hanno lavorato nelle Chiese cattoliche francesi, mentre consumavano questi terribili atti di violenze e abusi.

L’inchiesta nasce nel 2018 per volere delle Chiese francesi per annientare tutte le voci, gli episodi e gli scandali non solo lì, ma anche in quelle di altri Paesi e riportare serietà e fiducia nella comunità cristiana. “Circa l’80% sono vittime di sesso maschile”, sottolinea l’alto funzionario, sottolineando come questi atti possano causare problemi nelle loro vite future: “Il 60% degli uomini e delle donne che hanno subito abusi sessuali incontra grossi problemi nella loro vita sentimentale o sessuale”. Eric de Moulins-Beaufort, Presidente della Conferenza episcopale francese, dopo aver letto i dati ed i risultati dei report, visibilmente colpito e allibito ha chiesto scusa ad ogni vittima, sollecitando il loro risarcimento.

Ultime notizie