giovedì, 21 Ottobre 2021

“Compro oro” senza autorizzazione: sequestrati preziosi per 45mila euro

Il locale è stato sottoposto a sequestro insieme a 2mila euro in contanti ed oro e argento per un valore di 45mila euro.

Da non perdere

La Guardia di Finanza di Vicenza ha intensificato le attività di polizia economico-finanziaria con finalità di antiriciclaggio nei confronti degli operatori commerciali dei “compro oro”, impegnati nella compravendita, all’ingrosso o al dettaglio, di oggetti preziosi. Durante un controllo, i Finanzieri della Compagnia di Arzignano hanno individuato ed ispezionato un “compro oro” nel comune di Valdagno, in provincia di Vicenza, e hanno scoperto che operava in maniera completamente abusiva, in quanto la titolare della ditta non risultava iscritta al Registro istituito dall’Organismo degli Agenti in Attività Finanziaria e dei Mediatori Creditizi (OAM), dal quale era stata cancellata dal 31 marzo 2021.

I Finanzieri, all’esito degli approfonditi riscontri documentali e delle attività di ispezione eseguite sia presso l’esercizio che presso l’abitazione della titolare, ove era custodito parte dell’oro destinato alla fusione ed alla successiva monetizzazione, hanno sottoposto a sequestro penale il locale adibito all’esercizio, 2mila euro di denaro contante in quanto frutto di proventi illeciti, e preziosi in oro e in argento per un valore commerciale stimato di circa 45mila euro denunciando la titolare della ditta alla Procura della Repubblica di Vicenza per “esercizio abusivo dell’attività”.

 

Ultime notizie