giovedì, 2 Dicembre 2021

Yemen, arrestata per prostituzione e droga: modella tenta il suicido. Dubbi sulle accuse

È stata arrestata per accuse di prostituzione e droga mentre si recava sul posto di lavoro, un set fotografico. Per le ong e il suo avvocato le accuse sono false.

Da non perdere

Era stata arrestata lo scorso febbraio con accuse di prostituzione e droga mentre si recava sul set di un servizio fotografico. Intisar al-Hammadi, giovane modella 19enne yemenita e stella nascente del settore, ha cercato di uccidersi in prigione a Sana’a, dove è detenuta dai ribelli Huthi che impongono un severo “codice morale” alle donne. Lo riferiscono le ONG e il suo avvocato.

Di fatto, per la difesa della giovane, le accuse sarebbero false, ma rappresentano solo il volere da parte degli integralisti per punire ciò che secondo le posizioni più radicalizzate risulterebbe essere uno “scandalo” provocato dal lavoro della ragazza.

 “Il 28 giugno 2021, l’attrice e modella Intisar al-Hammadi è stata trasferita in un ospedale nella prigione centrale di Sana’a dove è detenuta dopo aver tentato di suicidarsi”, ha dichiarato il Gulf Center for Human Rights (GCHR) in una nota, precisando che avrebbe tentato di impiccarsi. La causa di tale gesto, secondo l’organizzazione di diritti umani con sede in Libano, sarebbe dettata dalla decisione dell’amministrazione centrale penitenziaria di trasferirla nella sezione riservata alle prostitute.

 

Ultime notizie