domenica, 1 Agosto 2021

Rave party nel Lodigiano, ballano 700 no mask: accertato focolaio covid 3 casi di variante Delta

Il rave party organizzato presso l'ex cava Geroletta, nel Lodigiano, ha messo in difficoltà le forze dell'Ordine che hanno tentato di persuadere i 700 partecipanti ad andar via, ma senza successo

Da non perdere

A Maleo, nel Lodigiano è stato organizzato un rave party al quale hanno partecipato 700 persone. I partecipanti oltre a non indossare la mascherina hanno spaccato la recinzione e il lucchetto e hanno dato il via alla festa con camion muniti di casse acustiche, materiale per l’illuminazione dell’area e vendita di alcolici.

La zona scelta, promossa attraverso i social, è stata l’ex cava Geroletta, dove negli anni ’90 era stata anche messa a segno un’operazione antinquinamento delle forze dell’ordine che avevano scoperto scarti di fonderia, contenenti anche alluminio, gettati lì illegalmente.

Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e il sindaco, Dante Sguazzi, che hanno cercato di mediare, convincendo i presenti ad abbandonare l’area ma i partecipanti hanno rifiutato di andarsene dichiarando di essere contro tutte le regole anti covid.

L’ATS (Agenzia della Tutela della Salute) del Lodigiano ha certificato la presenza di tre casi di variante delta in un focolaio covid di 10 contagiati in corso. I partecipanti sono arrivati a gruppi dal nord Italia dalla mezzanotte, nel momento in cui scriviamo ben 500 continuano a ballare nonostante i tentativi delle autorità. La mediazione finora non ha avuto l’esito sperato.

Ultime notizie