domenica, 13 Giugno 2021

Cosenza, tentata violenza sessuale: poche ore dopo inaugurata panchina rossa davanti alla Questura

"Chi ti fa del male non ti ama". è il messaggio riportato sulla panchina rossa installata dinanzi la Questura di Cosenza stamattina. Ieri sera tentativo di violenza sessuale. Fortunatamente per la vittima, l'aggressore è fuggito, facendo perdere purtroppo le sue tracce

Da non perdere

Le due facce di Cosenza, un tentato stupro in pieno centro e l’inaugurazione di una panchina rossa donata dalla Polizia davanti la Questura, un segnale forte volto ad incentivare la denuncia. Tutto nel volgere di poche ore. La violenza è avvenuta ieri sera nella zona di Villa Vecchia, quando una giovane 27enne intenta a scattare foto è stata afferrata alle spalle da un uomo e spinta verso il muro. L’individuo ha così iniziato a palpeggiare la donna, tenendola stretta tra sé e la parete. “Chi ti fa del male non ti ama”. è il messaggio riportato sulla panchina rossa installata dinanzi la Questura di Cosenza stamattina. Ieri sera tentativo di violenza sessuale. Fortunatamente per la vittima, l’aggressore è fuggito, facendo perdere purtroppo le sue tracce

La donna in evidente stato di shock è riuscita a dileguarsi dal giardino pubblico, chiedendo aiuto ad alcuni passanti. Sul posto sono intervenuti alcuni agenti della Polizia avvisati dai cittadini, la donna molto scossa dall’accaduto non è riuscita a fornire dettagli per risalire all’aggressore, con le Forze dell’Ordine che hanno fatto partire le indagini con l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona.

Un fatto del genere alimenta maggiormente la tristezza della storia, in quanto poche ore dopo, questa mattina, è stata inaugurata una panchina rossa per sensibilizzare il tema, a dimostrazione di un aiuto concreto per le donne che ogni anno subiscono violenze, incoraggiando la denuncia spesso troppo difficile da esporre per la paura di possibili ritorsioni.

Ultime notizie