domenica, 24 Ottobre 2021

Oms, Ghebreyesus: “Almeno 115mila operatori sanitari spazzati via dal covid”

Il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato: "La crisi dei vaccini è ingiusta. Almeno 115.000 operatori sanitari sono stati spazzati via dal covid-19".

Da non perdere

La crisi dei vaccini è una ingiustizia scandalosa che sta perpetuando la pandemia“. Queste le parole del direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Durante il discorso di apertura della 74esima Assemblea mondiale della Sanità, che ha visto la partecipazione dei membri dell’Oms, Ghebreyesus ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla crisi della campagna vaccinale, denunciando che “oltre il 75% di tutti i vaccini è stato somministrato in soli 10 Paesi, mentre il numero reso disponibile alla struttura Covax rimane ampiamente inadeguato“.

Covax, ad oggi, ha inviato solo 70 milioni di dosi a 124 Paesi che hanno coperto solo lo 0.5% della propria popolazione.

Il direttore dell’Oms ha proseguito parlando degli operatori sanitari e socio-sanitari di tutto il mondo, che purtroppo hanno perso la vita lottando contro il Covid-19: “I Paesi che vaccinano ora i gruppi a basso rischio, lo fanno alle spese dei lavoratori del settore sanitario. Molti si sono infettati tra di loro, stimiamo che 115mila operatori abbiano pagato il prezzo più alto al servizio degli altri“.

Ghebreyesus ha continuato il suo discorso elogiando i lavoratori del settore sanitario, persone, non eroi, che hanno diritto ai dispositivi di protezione individuale, ai vaccini e ad una paga dignitosa.

Ogni Stato membro deve proteggere la sua forza lavoro sanitaria e necessario sarebbe prendere in considerazione due progetti di risoluzione sul personale sanitario, adottarli e, soprattutto attuarli in ogni Paese“, ha concluso il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Ultime notizie