lunedì, 21 Giugno 2021

Vaccini: Pfizer e AstraZeneca efficaci contro variante indiana

Dopo la somministrazione della seconda dose, secondo lo studio Public Health England, i vaccini Pfizer e AstraZeneca sono efficaci per la variante indiana.

Da non perdere

I vaccini anti-coronavirus Pfizer e AstraZeneca sono “altamente efficaci”, questo secondo uno studio britannico condotto dalla Public Health England. I vaccini, dopo due dosi, mantengono la propria efficacia anche contro la variante indiana.

La variante indiana aveva preoccupato molto la Gran Bretagna. In alcune zone di Londra, sono iniziati i test a tappeto dopo l’aumento dei casi causati dalla variante. Lo studio britannico ha dimostrato un’efficacia superiore rispetto a quanto fornisce la somministrazione di un’unica dose. Infatti, le percentuali di resistenza ad un’unica dose è pari al 33% per la variante indiana, mentre per la variante inglese è registrata un’efficacia del 50%.

L’efficacia dell‘88% nel fermare la variante indiana, invece, lo ha il vaccino Pfizer, per quanto riferito dalla Bbc. Efficace, dunque, dopo due settimane dalla somministrazione della seconda dose. Mentre il 93% per prevenire le infezioni sintomatiche derivanti dalla variante inglese.

Nel caso di AstraZeneca, invece, abbiamo un efficacia che scende al 60% e al 66%. Secondo lo studio, la spiegazione del diverso tempo impiegato per raggiungere la massima efficacia dei vaccini, potrebbe dipendere dalle tempistiche delle somministrazioni delle seconde dosi.

Ultime notizie