mercoledì, 20 Ottobre 2021

Lombardia, Snam: mix idrogeno-gas naturali in produzione acciaio

Il test riuscito segna il primo passo verso la decarbonizzazione del settore siderurgico.

Da non perdere

Grande successo ha avuto oggi il primo test sull’introduzione di fonti naturali combinate all’idrogeno nella lavorazione dell’acciaio su scala industriale.

Questa sperimentazione, effettuata nello stabilimento Forgiatura A. Vienna di Rho, è stata fortemente voluta da Snam, azienda che ha ideato, sviluppato e promosso il progetto, con l’intervento dei partner Rina, multinazionale implicata nelle prove di laboratorio, e del Gruppo Giva. Un progetto che rappresenterebbe un efficace strumento di sostenibilità ambientale e competitività economica di rilevanza tali da innescare una vera e propria rivoluzione per l’intero settore.

Dopo un anno di sperimentazioni, infatti, il test effettuato questa mattina ha dimostrato come l’utilizzo di una particolare miscela, costituita da gas naturale e idrogeno al 30% (da fonti rinnovabili), per riscaldare i forni dell’impianto siderurgico sia realmente efficace.  I risvolti di questa importantissima rivoluzione tecnologica sono significativi, poiché, come si legge in una nota del progetto “porterebbero alla riduzione delle emissioni di Co2 nell’ordine delle 15.000 tonnellate, pari a circa 7.500 auto”.

“Un passo avanti verso la decarbonizzazione del settore siderurgico, grazie all’idrogeno” che si prefigura un indispensabile alleato alla riuscita di questo ambizioso intento, come sottolinea la grandissima soddisfazione espressa dell’amministratore delegato di Snam, Marco Alverà.

Ultime notizie