sabato, 23 Ottobre 2021

Nuoto, la nuova promessa italiana è Valentina Procaccini: a soli 13 anni conquista cinque titoli nazionali e abbatte i record

soli 13 anni, Procaccini diventa il personaggio principale dell’exploit sportivo assoluto nuotando i 50 e i 100 stile libero con un risultato di: 26”1 e 56”76. Oltrepassa, quindi, i primati relativi a Silvia di Pietro e a Maria Ginevra Masciopinto: con 26”31 e 57”38.

Da non perdere

Valentina Procaccini, classe 2008, conquista ben cinque titoli nazionali di nuoto, ai Criteria giovanili, superando due record italiani di categoria R1.

A soli 13 anni, Procaccini diventa il personaggio principale dell’exploit sportivo assoluto nuotando i 50 e i 100 stile libero con un risultato di: 26”1 e 56”76. Oltrepassa, quindi, i primati relativi a Silvia di Pietro e a Maria Ginevra Masciopinto: con 26”31 e 57”38.

Tra i 50sl, 100sl, 200sl, 400sl e i 100 rana, la Procaccini manca di pochissimo il terzo record per una differenza di 9 centesimi: il primato di Alice Uberti.

La storia che porta Valentina nella direzione del nuoto è la passione per lo sport nata in famiglia. La nuotatrice comincia il suo percorso all’età di soli 10 anni, seguendo le sorelle maggiori Adriana e Alice, dopo esser diventata campionessa nazionale di Aquatron.

Grande fonte di ispirazione è il padre Antonio: ex giocatore di pallamano e basket, l’uomo che ha spronato la figlia più piccola a non arrendersi mai, anche nei momenti più difficili. Infatti, non si sono lasciati abbattere dalla pandemia e dagli ostacoli che questa ha portato.

Antonio porta Valentina all’Aniene di Roma per darle la possibilità di farla crescere professionalmente, credendo sempre nelle sue capacità. Dall’Abruzzo a Roma, per mancanze di gare e per le piscine chiuse a causa del Covid-19, Valentina può così allenarsi con personaggi come Quadarella e Pilato.

Con molti sacrifici e adeguandosi ad organizzazioni diverse, una volta trovate le condizioni adatte per rimanere provvisoriamente a Roma, Valentina rimarrà con la mamma cubana Clemirt, dandosi il cambio col padre per restare con le gemelle maggiori in quel di Pescara nei weekend. Per quanto riguarda la scuola: la ragazza ha seguito la terza media nel Liceo Maior di Pescara, potendo accedere alla didattica a distanza.

La pandemia ha cercato di ostacolare in tutti i modi la carriera di Valentina nei mesi scorsi: entrambi i genitori si ammalano di Covid; le figlie vengono isolate, ma fortunatamente questo non ferma la giovanissima nuotatrice. La partenza per Roma viene rinviata così dal 1° al 23 dicembre. Lei migliora, non si abbatte e vince i suoi primi cinque titoli nazionali di nuoto.

Ultime notizie