martedì, 11 Maggio 2021

Locatelli, vaccini ai più giovani per garantire più didattica in presenza

Per Locatelli fondamentale un rientro a scuola grazie alla vaccinazione in età pediatrica.

Da non perdere

Il presidente del Comitato Tecnico Scientifico Franco Locatelli ha espresso profonda preoccupazione per lo stato di salute psico-fisica dei giovani. Lo ha fatto in un intervento davanti alle commissioni congiunte Salute e Istruzione del Senato, in cui ha rimarcato l’esigenza di garantire la scuola in presenza ai più giovani: “Soprattutto in vista della ripresa dell’anno scolastico il prossimo anno, è importante mettere in campo strumenti per una didattica in presenza significativamente maggiore rispetto agli ultimi due anni, con un occhio particolare a quanto attiene il trasporto pubblico locale e con l’attivazione di percorsi vaccinali, una volta che siano approvati dall’Agenzia del farmaco, anche per la popolazione pediatrica“.

Locatelli non si dice tanto preoccupato per gli effetti del contagio da Covid-19 quanto per quelli psicologici delle restrizioni degli ultimi due anni. A pagarne le conseguenze sono infatti proprio i più giovani. Si registra un incremento di patologie legate alla vista, considerato l’uso eccessivo di dispositivi tecnologici. Un aumento considerevole di ragazzi obesi, costretti ad una vita sedentaria priva di qualunque attività ludico-sportiva. Infine, ma non meno allarmante, un aumento di patologie psicologiche e tentativi di suicidio.

La scuola si fa dunque, non solo luogo fondamentale per l’istruzione, ma base solida per socialità e confronto. Sarà necessario alla ripresa della tanto desiderata normalità un nuovo piano vaccinale dedicato alle fasce più giovani della popolazione.

Ultim'ora