sabato, 18 Settembre 2021

Governo, frattura in maggioranza. Salvini: “Se qualcuno sbaglia devo dirlo”

Il leader della Lega assicura che il rapporto con l'esecutivo è saldo, nonostante le frizioni di questi giorni sui temi delle riaperture e sulla mozione di sfiducia nei confronti del Ministro Speranza.

Da non perdere

In un intervista rilasciata quest’oggi ad una nota agenzia di stampa, il leader della Lega Matteo Salvini si è espresso in merito ad alcuni argomenti che, in questi giorni, stanno creando frizioni all’interno della maggioranza di Governo.

Innanzitutto, le riaperture. Su questo tema il leader del Carroccio si proclama da sempre a favore del popolo e, quindi, di una ripartenza imminente delle attività commerciali con l’abolizione del coprifuoco. Nell’intervista Salvini afferma: “Secondo me continuare con il coprifuoco e con le chiusure fino a giugno non ha senso scientifico”. Continuando, si esprime sulle proteste delle Regioni a seguito del CdM di ieri: “Le regioni fanno bene a lamentarsi, non sono state ascoltate su nulla”.

A chi, invece, mette in dubbio il suo rapporto con il Presidente del Consiglio Draghi e con l’esecutivo, il leader del Carroccio risponde: “Ieri ho sentito Draghi sei volte, sempre in maniera amichevole, franca e leale. La Lega è entrata nel Governo: non lasceremo il timone in mano a quelli che hanno fatto affondare la nave. Se lo scordino”.

Sulla spinosa questione della mozione di sfiducia portata in aula da Fratelli di Italia nei confronti del ministro Speranza, il leader leghista risponde glissando: “Io sto lavorando al Recovery, sono 200 miliardi, una cosa per volta”.

Un’affermazione che, insieme alle precedenti, lascia intendere che la Lega non ostacolerà il governo il 28 Aprile, data in cui è previsto il voto di fiducia al Senato.

 

 

Ultime notizie