sabato, 18 Settembre 2021

Covid Bologna, studenti nottambuli contro il coprifuoco: scendono in piazza al grido di “Libertà Libertà”

I giovani bolognesi in piazza contro il coprifuoco

Da non perdere

A causa del Covi-19, sono ormai mesi che siamo tutti rinchiusi in casa.

La pandemia ci ha privato della libertà di uscire, di vedere gli amici e i familiari.  Non sono solo i ristoratori e i negozi a risentire di questa lotta continua al virus, anche i ragazzi, ormai stanchi di questa situazione, nella giornata di ieri, 20 Aprile, hanno assalito, a Bologna, Piazza Verdi.

Nella Piazza, cuore della “cittadella” universitaria bolognese,  già dal tardo pomeriggio una numero elevato di ragazzi ha iniziato a spostarsi verso la piazza, transennata per via delle norme anti-Covid.

Nel corso della serata serata, centinaia di giovani si sono diretti verso la piazza per ricercare quella libertà ormai persa in questi ultimi mesi a causa del Covid-19, con una bottiglia o un bicchiere di birra e molta musica.

I residenti hanno subito contattato le forze dell’ordine.

Sono immediatamente arrivati sul posto gli agenti della Polizia e della Polizia locale per sgomberare l’area intorno alle 21.15 di ieri sera. I giovani si sono dileguati usando le stradine laterali, svuotando così la piazza verso le 21.45, poco prima dell’inizio del coprifuoco in vigore dalle 22 alle 5 del mattino.

Gli agenti hanno provato ad inseguire alcuni dei ragazzi presenti in piazza, i ragazzi hanno così scandito alcuni slogan, tra cui “Libertà, libertà” e “Via, via la polizia”.

La stessa scena si è presentata a piazza Aldrovandi, lungi via Zamboni e via Petroni.

Dopo questi avvenimenti il Sindaco Merola ha emesso l’ordinanza di transennare le Piazze: Verdi, Scaravilli e Aldrovandi così da evitare successivi e possibili assembramenti.

Ultime notizie