domenica, 23 Giugno 2024

Brescia, oggi i funerali di Giada Zanola: il punto sulle indagini

Si terranno oggi i funerali di Giada Zanola, la 33enne bresciana tragicamente uccisa e gettata da un cavalcavia della A4 a Vigonza, nel padovano, dal compagno Andrea Favero.

Da non perdere

Si terranno oggi i funerali di Giada Zanola, la 33enne bresciana tragicamente uccisa e gettata da un cavalcavia della A4 a Vigonza, nel padovano, dal compagno Andrea Favero. La cerimonia funebre avrà luogo alle 13:45 nella chiesa parrocchiale di Folzano, il quartiere di Brescia dove Giada aveva vissuto fino a pochi anni fa.

Le Indagini
Nel frattempo, le indagini proseguono con la scientifica che ha perquisito l’abitazione dove la coppia viveva con il loro figlio di tre anni. Gli inquirenti hanno sequestrato materiale informatico e altri oggetti alla ricerca di indizi che possano chiarire i dettagli dell’accaduto. Il cellulare di Giada, tuttavia, risulta ancora disperso. Un perito informatico è stato incaricato di analizzare il telefono e il computer di Favero, attualmente detenuto nel carcere Due Palazzi di Padova. Il loro figlio è stato temporaneamente affidato ai genitori dell’uomo.

Esiti dell’Autopsia
I primi risultati dell’autopsia, condotta dal professore Claudio Terranova dell’Università di Padova, rivelano che Giada era ancora viva, sebbene forse non completamente cosciente, quando è stata gettata dal cavalcavia. L’autopsia ha escluso lo strangolamento e l’uso di armi da taglio, ma ha rivelato alcuni lividi che confermano una lite avvenuta circa due giorni prima della morte. Durante un ennesimo litigio, Favero avrebbe sollevato e gettato Giada dal cavalcavia, dove è stata successivamente investita da un camion.

Le Ammissioni di Favero
Favero avrebbe parzialmente ammesso agli agenti di polizia di aver sollevato e buttato Giada giù dal cavalcavia. Tuttavia, queste ammissioni non sono state ripetute di fronte al giudice per le indagini preliminari (GIP) e al pubblico ministero (PM), quando Favero è passato dall’essere testimone a indagato. Questo passaggio è cruciale ma le dichiarazioni rese senza la presenza del suo avvocato non possono essere utilizzate legalmente.

Le indagini continuano con l’obiettivo di chiarire tutti i dettagli di questo tragico episodio, mentre la comunità si stringe attorno alla famiglia di Giada Zanola in questo momento di grande dolore.

Ultime notizie