giovedì, 30 Maggio 2024

Ucraina, continuano le incursioni russe: sotto attacco Zaporizhzhia e Síversk

Nelle ultime 24 ore, la regione intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata colpita duramente, con ben 400 bombardamenti che hanno provocato la morte di una persona e il ferimento di un'altra.

Da non perdere

La situazione in Ucraina continua a deteriorarsi, con ripetuti attacchi dell’esercito russo che hanno causato vittime e distruzione. Nelle ultime 24 ore, la regione intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata colpita duramente, con ben 400 bombardamenti che hanno provocato la morte di una persona e il ferimento di un’altra. Il governatore locale, Ivan Fedorov, ha lanciato un appello alla popolazione, esortandola a cercare rifugio in zone più sicure per proteggersi dagli attacchi indiscriminati delle forze russe.

Ma la violenza non si è limitata a Zaporizhzhia: un nuovo attacco dell’esercito russo ha colpito la città di Síversk, nella provincia ucraina del Donetsk, causando la morte di almeno quattro persone. Il governatore Vadim Filashkin ha confermato la tragedia, sottolineando la determinazione dei russi nel colpire civili innocenti. Ha quindi invitato la popolazione a cercare protezione in zone meno esposte al pericolo delle ostilità.

Nel frattempo, le autorità ucraine hanno reso noto un aggiornamento sulle perdite subite dalla Russia dall’inizio del conflitto nel 2022. Secondo il rapporto dello stato maggiore delle forze armate ucraine, la Russia ha perso oltre 450.000 soldati, con 770 vittime solo nell’ultimo giorno. Le perdite materiali sono state altrettanto significative, con numerose unità di equipaggiamento militare andate perdute.

La comunità internazionale è chiamata a intervenire per porre fine a questa spirale di violenza e proteggere la popolazione civile dall’orrore della guerra.

Ultime notizie