martedì, 16 Aprile 2024

La Patente entra nel telefono, presto l’app “Io”: ecco come funzionerà

A partire dalla prossima estate, diremo addio alla licenza di guida cartacea o plastificata, che sarà sostituita da un documento digitale consultabile tramite l'app Io

Da non perdere

Dopo mesi di annunci e ritardi, è finalmente in arrivo l’atteso passaggio dalla patente cartacea a quella digitale. A partire dalla prossima estate, diremo addio alla licenza di guida cartacea o plastificata, che sarà sostituita da un documento digitale consultabile tramite l’app Io. Questa innovazione, tanto attesa quanto discussa, renderà possibile mostrare il proprio documento di guida direttamente dal telefono cellulare, grazie a un codice QR visualizzato sull’app.

La digitalizzazione della patente è stata motivata principalmente dall’obiettivo di uniformare le norme in tutta l’Unione europea, seguendo le direttive europee volte a modernizzare le procedure di emissione e controllo dei documenti di guida. L’Italia si allinea a questa direzione con l’introduzione del “It Wallet”, il portafoglio digitale contenente la patente di guida, la tessera sanitaria e il certificato di invalidità, tutti accessibili tramite l’app Io.

Per accedere al documento di guida digitale, sarà sufficiente aprire l’app Io tramite autenticazione SPID o CIE e visualizzare la pagina dedicata alla patente, dove comparirà il codice QR contenente tutte le informazioni relative al documento. Questo permetterà anche di verificare il saldo dei punti della patente in tempo reale, una funzionalità utile per tutti i conducenti.

Una delle maggiori preoccupazioni legate a questa novità è la necessità di avere sempre il telefono con sé e con la batteria carica per poter mostrare il proprio documento di guida in caso di controllo. Tuttavia, questa innovazione promette di semplificare notevolmente la gestione dei documenti di guida e di ridurre il rischio di sanzioni per mancanza del documento cartaceo.

Parallelamente alla digitalizzazione della patente, si sta discutendo in sede europea di altre misure per migliorare la sicurezza stradale, tra cui l’adozione di limiti di velocità più stringenti e l’uniformità delle regole sul ritiro della patente. L’obiettivo è quello di garantire una maggiore coerenza e efficacia nell’applicazione delle normative stradali in tutti gli Stati membri dell’Unione europea.

La digitalizzazione della patente di guida è quindi un passo significativo verso un’Europa più integrata anche sul fronte della mobilità e della sicurezza stradale. Resta da vedere come verrà accolta questa novità dai conducenti italiani e quanto tempo impiegherà per essere pienamente implementata e accettata nella pratica quotidiana.

Ultime notizie