venerdì, 1 Marzo 2024

Primavera Pro festeggia il suo 15° anniversario, annunciati i primi nomi del programma

Primavera Pro continuerà a essere lo spazio ideale per il dibattito sulle nuove tendenze dell'industria musicale, unendosi quest'anno alla riflessione su tematiche come l'IA, il potenziale di sfruttamento dei cataloghi musicali e la salute mentale

Da non perdere

Non è un segreto che, negli ultimi 15 anni, l’industria musicale abbia subito una notevole evoluzione segnata da progressi tecnologici, cambiamenti nei modelli di consumo e dall’emergere di nuove forme di interazione tra artisti e pubblico. In questi 15 anni, il Primavera Pro è stato un evento attento e spesso prescrittivo per tutte queste nuove tendenze e cambiamenti dell’industria musicale, affermandosi come punto di incontro fondamentale per il settore e trasformando Barcellona, insieme al Primavera Sound, nella capitale mondiale della musica per una settimana. Dal 2010, il Primavera Pro ha dato vita a un dibattito globale, riunendo ogni anno professionisti e artisti che plasmano il presente e anticipano il futuro dell’industria. 

Quindici anni di eventi che non sarebbero stati possibili senza il pubblico che lo ha accompagnato, senza gli artisti e i professionisti che condividono le loro conoscenze e la loro musica ogni anno in occasione di conferenze e showcase, senza tutti i collaboratori che fanno parte del progetto e, soprattutto, senza istituzioni come l’Institut Català de les Empreses Culturals (ICEC), che sostengono il Primavera Pro per renderlo un evento di riferimento dell’industria musicale.

Dal 29 maggio al 2 giugno, la quindicesima edizione si terrà presso il Centre de Cultura Contemporània de Barcelona (CCCB) e il Parc del Fòrum. L’obiettivo di questa edizione è quello di ripercorrere gli ultimi 15 anni, ma anche di mostrare le chiavi e gli strumenti per navigare nelle acque in continua evoluzione del panorama musicale sotto la guida dei nomi più influenti del settore, e delle voci più eterogenee con le loro nuove prospettive. Il futuro del settore continua a prendere forma al Primavera Pro.

L’evoluzione del legame tra artisti e pubblico
Il cambiamento della dinamica tra gli artisti e il loro pubblico negli ultimi 15 anni ha trasformato il panorama musicale, dando vita a nuove forme di connessione e partecipazione, da quelle più elementari come la produzione di merchandising all’uso di nuove tecnologie o strumenti bidirezionali.

Verrà discussa l’importanza del rapporto tra merchandising e cultura dei fan. Un legame che esiste da anni, molto significativo per i fan, e un potente strumento per attirare nuovo pubblico, oltre a rappresentare una percentuale importante delle entrate dell’artista. Interverranno aziende e relatori di prim’ordine, come Rachael Scarsbrook di BSI Merch e Caroline Westendorp di Within Temptation Entertainment.

L’audience building e il rapporto con i fan sono stati amplificati grazie a nuovi strumenti e piattaforme digitali: l’uso di Instagram in modo strategico, come nel caso di Drake, e i video del tour di Taylor Swift permettono di instaurare un rapporto più diretto con l’artista. Analizzeremo queste case history con Luna Cohen-Solal, audience expert di Atlantic Records.

E quale migliore esempio del fenomeno transmediale e culturale degli ultimi mesi se non La mesías: la serie che ci mostra la vita e la creazione della band Stella Maris, che non solo aprirà il Primavera Sound nella sua giornata inaugurale, ma sarà anche protagonista di una conversazione al Primavera Pro tra Hidrogenesse, compositori delle canzoni di Stella Maris, Javier Calvo e Javier Ambrossi, registi della serie.

Passato, presente e soprattutto futuro, nuove tecnologie e tendenze del settore
Un altro dei temi che saranno presenti nei dibattiti di Primavera Pro sono le nuove tendenze del settore, evidenziando argomenti come lo sfruttamento dei cataloghi musicali, con riflessioni che vanno oltre l’acquisizione, coinvolgendo lo sviluppo di un intero universo artistico intorno al lavoro di un artista. Questa strategia, sinonimo di un nuovo approccio innovativo alla monetizzazione, include lo storytelling attraverso una varietà di canali come film, documentari, podcast, mostre e spettacoli dal vivo di nuova generazione. Se ne parlerà in modo approfondito in un panel che vedrà la partecipazione di Per Sundin, CEO di PopHouse e Tatiana Cirisano, consulente e analista di MIDiA.

Un’altra questione che si pone da anni nelle convention musicali di tutto il mondo è come gli artisti possano creare, senza perdere di vista le proprie origini, proposte “locali” che abbiano allo stesso tempo un appeal internazionale. Primavera Pro, grazie alla collaborazione di Ibermúsicas, ha riunito tre pesi massimi dell’industria musicale latina: Ariel Chichotky, CEO di Dale Play Records, Maria Ramirez, fondatrice di Queen Street Talent, e Bruno Duque di TuneCore per aiutarci a capire come ce l’hanno fatta nell’ambiente latino e quali sono le strategie alla base di questo successo.

Benessere emotivo e salute mentale, pilastri del settore
In un contesto generale in cui la pressione e le esigenze lavorative sono la norma, l’industria musicale si trova ad affrontare una sfida cruciale: la salute mentale e il benessere emotivo. Al di là dell’immagine glamour, gli artisti e gli addetti ai lavori devono fare i conti con le stesse sfide che i lavoratori di qualsiasi altro settore affrontano: burnout, lunghi orari di lavoro e pressioni finanziarie.

Quest’anno esploreremo l’importanza di dare priorità al benessere, analizzando le sfide, valutando le politiche esistenti e fornendo raccomandazioni per una crescita sostenibile dell’industria musicale, per prendersi cura della salute fisica e mentale di tutte le persone coinvolte. Per discutere del loro coinvolgimento a diversi livelli, ci sarà il contributo del Nitsa Club, che dalla sua nascita nel 1994 ha guidato la scena della vita notturna di Barcellona, e di relatori come Rosana Corbacho, psicologa clinica e umanista specializzata nell’industria musicale, e Toccororo, un DJ spagnolo-cubano resident al Nitsa.

Tornano le Digital Licensing Sessions di Unison!
A Primavera Pro 2024 tornano le Digital Licensing Sessions in collaborazione con Unison, giunte alla terza edizione e ricche di professionisti del settore che approfondiranno, con panel e workshop, i temi del copyright online, dello sfruttamento digitale e dell’IA nel contesto della creazione di contenuti.

Nomi emblematici come Magali Clapier, Director of Publishing Operations di Spotify, Alex Loscos, CEO e fondatore di BMAT, Indre Boaretto, Publishing Director di Deezer, Kamil Latorre, Senior Director of Digital Legal Affairs di Warner Chappell Music, Amaia Ramón, Senior Manager, Legal & Business Affairs di Sony Music Publishing, Iban García de Blanco, eurodeputato, coordinatore del gruppo dei Socialisti e Democratici nella Commissione Affari Legali del Parlamento europeo e infine il musicista, produttore e compositore Alizzz.

Prima edizione a Barcellona del Camp #FollowTheSong con Sony Music Publishing
Un’altra novità di quest’anno è la prima edizione di #FollowTheSong a Barcellona, organizzato da Sony Music Publishing. Un camp di composizione musicale che si è tenuto lo scorso anno a Madrid riscuotendo un  grande successo, e che oggi riunisce artisti, produttori e compositori internazionali a Barcellona, durante il Primavera Pro 2024, e a Madrid una settimana dopo.

Il #FollowTheSong è nato un anno fa come un evento unico nel suo genere in cui artisti emergenti e affermati si riuniscono per condividere le proprie competenze e per comporre i successi del futuro.

Showcase, attività pratiche e spazi per il networking
E, come di consueto, il programma di Primavera Pro non è fatto solo di conferenze: è stato per esempio il luogo per scoprire nuove band durante i suoi showcase, tra cui Fontaines DC, El Mató a un Policía Motorizado, Javiera Mena e Moonchild Sanelly. Quest’anno la lineup del Primavera Pro avrà due spazi per la musica dal vivo, uno al CCCB, come di consueto, e l’altro come parte del programma di Primavera a la Ciutat. Perché Primavera Pro non si svolge solo dietro le quinte dell’industria, ma anche sul palco.

Saranno previsti anche workshop, quest’anno incentrati su temi come la sostenibilità, spazi di networking, pitching e speed meeting, occasione perfetta per conoscere nuovi professionisti e progetti.

Questo è solo un assaggio dell’edizione 2024. C’è ancora molto da scoprire, rimanendo sintonizzati sui canali di comunicazione di Primavera Pro. We will have more news soon.

Info pratiche da sapere
L’incontro tra professionisti si terrà da mercoledì 29 maggio al 2 giugno 2024 presso il CCCB – Centre de Cultura Contemporània de Barcelona e il Parc del Fòrum.
Da oggi è possibile acquistare gli accrediti Primavera Pro Conference Pass che permetteranno di partecipare all’intero programma del CCCB.

E per sfruttare al massimo l’esperienza, ottenendo l’accesso all’intero Primavera Pro e Primavera Sound, è possibile acquistare i pass Primavera Pro Basic o Primavera Pro Premium. Sarà possibile anche accedere all’intero programma del Primavera Pro con i pass Primavera Pro Basic o Primavera Pro Premium per il giovedì o il sabato.

Ultime notizie