venerdì, 1 Marzo 2024

Ilaria Salis, interviene il Ministro degli Esteri Tajani: “Budapest disposta ad ascoltarci, assisteremo famiglia e legalità”

Il Ministro ha anche menzionato di aver parlato con il ministro degli Esteri ungherese a Bruxelles, rilevando una disposizione ad ascoltare le richieste italiane e confermando che stanno effettuando tutte le verifiche richieste sulla tutela della detenuta.

Da non perdere

Il Ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, ha commentato il caso di Ilaria Salis in un’intervista al Corriere della Sera. Ha evidenziato che numerose autorità, compreso il procuratore capo, si sono mosse in merito al caso, sottolineando la grande attenzione da parte delle autorità ungheresi. Tajani ha sottolineato che, nonostante l’attenzione su Salis, ci sono più di 2.400 italiani detenuti nel mondo, e il governo italiano fornisce assistenza a tutti.

Il Ministro ha anche menzionato di aver parlato con il ministro degli Esteri ungherese a Bruxelles, rilevando una disposizione ad ascoltare le richieste italiane e confermando che stanno effettuando tutte le verifiche richieste sulla tutela della detenuta.

Sul modo in cui Ilaria Salis è stata tradotta in tribunale, Tajani ha espresso preoccupazione e ha assicurato che seguiranno il caso con rispetto per le procedure della giustizia ungherese, fornendo nel contempo supporto continuativo alla famiglia e agli avvocati.

Riguardo al commento di Matteo Salvini sul fatto che Salis non potrà più fare l’insegnante, Tajani ha sottolineato che è una valutazione del leader politico e che, fino a una condanna, Salis è un’imputata e, come tale, deve essere trattata con l’innocenza presumibile. Tajani ha affermato di essere un garantista e di evitare prese di posizione politiche che potrebbero danneggiare la persona coinvolta.

Ultime notizie